mercoledì, 3 , Marzo

Emergenza sanitaria, Di Natale: “Le misure adottate non sono servite a molto. Soprattutto se nel frattempo è stato concesso di frequentarsi nelle proprie abitazioni...

Aielli – Una riflessione del Sindaco di Aielli Enzo Di Natale sull’attuale situazione dell’emergenza sanitaria ed in particolare sulla chiusura delle scuole, dei luoghi...

Prima pagina

Bimba rischia di essere investita a Luco dei Marsi, De Rosa: “Stiamo valutando ulteriori misure di sicurezza”

Luco dei Marsi – Attraversa la strada all’improvviso per poi bloccarsi dinanzi ad un’auto che sopraggiunge. È quanto accaduto, nei giorni scorsi, a Luco dei Marsi, in pieno centro storico. Protagonista una bambina piccola che è, poi, corsa in casa dove ad attenderla, sulla porta, c’era la madre. Sulla vicenda è intervenuta la sindaca Marivera De Rosa.

“Ho appreso che ieri, nel centro storico, una bambina di pochi anni avrebbe attraversato la strada all’improvviso e si sarebbe bloccata dinanzi a un’auto che sopraggiungeva, per poi correre in casa. Intanto, saranno effettuate tutte le verifiche del caso, anche con l’interessamento degli Uffici competenti, così come ricordo, e saranno rammentati anche più direttamente ai genitori dei bambini che più spesso si notano a zonzo, in atteggiamenti incauti, gli obblighi di vigilanza. Inoltre, stiamo valutando ulteriori misure di sicurezza per le adiacenze delle aree di gioco, ma anche l’opportunità di interventi più radicali su certe aree di gioco, in particolare, tanto incautamente localizzate. Certamente, se vi è un problema di mancata custodia di minore, o di abitudini “spericolate” dei piccoli, da correggere, vi è un problema che non ha nazionalità.

Vediamo tanti piccoli girare in bici o a piedi e spesso attraversare all’improvviso, e nel passato vi sono stati, purtroppo, eventi drammatici, che hanno coinvolto bambini originari della zona come di altri luoghi, accaduti spesso proprio per la disattenzione o l’incapacità di valutare i pericoli che possono avere i bambini. É verosimile che la bambina di cui si parla si sia bloccata un istante all’apparire dell’auto, perché spaventata, come può accadere, per poi correre verso la porta aperta della casa (dove era in attesa la madre, stando a quanto riferisce la diretta interessata).

Meno verosimile è che vi sia un genitore pronto a gettare sotto un’auto i propri bambini, e che addirittura ciò sia pure un comportamento diffuso. Rimarco quanto sopra, anche se siamo un paese civile e sano, e so che è superfluo, ma qualcuno magari, nella foga della discussione, può incappare in considerazioni un po’ azzardate, che non ci aiutano a correggere certe situazioni e a prevenire problemi per la comunità. Invito in ogni caso, come sempre, tutti a prestare la massima attenzione, in particolare alla guida nel centro abitato, certi però del fatto che, come detto sopra, la nostra Amministrazione è già attiva riguardo a certe problematiche”.

Ultim'ora