Aumento tasse agli imprenditori, Venditti chiarisce: “Non ero presente alla votazione, l’informazione è errata”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. A seguito dell’articolo pubblicato sulla votazione alla Camera di Commercio che ha decretato l’aumento del 20 per cento delle tasse per le imprese, a cui secondo il quotidiano Il Centro avrebbe partecipato anche Domenico Venditti, come componente dell’esecutivo, l’ex presidente della Confesercenti smentisce la notizia.

“Non ero presente alla seduta e pertanto non ho partecipato alla votazione”, dice Domenico Venditti, candidato alle elezioni amministrative di Avezzano, “nell’articolo c’è un errore. Prendo le distanze dalla decisione di aumentare del 20% il diritto camerale alle imprese della Provincia dell’Aquila”, va avanti, “Non ho partecipato alla formazione della decisione e personalmente ritengo un errore, in questo momento, con il sistema economico ancora nel pieno della crisi, introdurre di fatto un ulteriore aggravio fiscale per le nostre piccole imprese. Il problema del sostentamento delle Camere di commercio è un problema reale ed urgente da affrontare ma non mi pare questa la migliore soluzione. Occorre, a mio avviso, accelerare sulle fusioni e proseguire con il risanamento ed il taglio delle spese superflue. Solo in ultima analisi si potrà chiedere un altro sacrificio a chi lavora, già tra tante difficoltà”.

Sulle dichiarazioni del candidato Mario Babbo sulla vicenda Venditti chiarisce: “Prima di puntare il dito verso qualcuno le notizie andrebbero verificate”.

Interpellato sulla vicenda Babbo sottolinea che ha appreso la notizia dall’articolo del quotidiano e pertanto l’ha ritenuta veritiera.

Su del 20% le tasse per le imprese. Babbo punta il dito contro Venditti: “Sbeffeggia i nostri tagli ma lui vota per gli aumenti”




Lascia un commento