Su del 20% le tasse per le imprese. Babbo punta il dito contro Venditti: “Sbeffeggia i nostri tagli ma lui vota per gli aumenti”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. “Quando si è presentato ai cittadini di Avezzano come candidato alle prossime amministrative ha detto che i tagli a Tari e Tasi, messi in campo dall’amministrazione di Gianni Di Pangrazio per i commercianti erano irrisori. Ora, secondo quanto riportato dalla stampa, ha votato sì a un aumento del 20 per cento delle tasse per gli imprenditori iscritti alla Camera di Commercio”.

Mario Babbo (candidato che sostiene l’attuale sindaco che punta al secondo mandato) attacca così Domenico Venditti ex presidente provinciale della Confesercenti, che ha lasciato la sua carica proprio per scendere in campo in politica, nelle fila del candidato Gabriele De Angelis.

“Stupisce leggere sul quotidiano che l’esecutivo della Camera di Commercio, di cui fa parte anche Domenico Venditti, abbia votato a favore di un progetto di marketing territoriale che porterà un così grosso aumento nelle tasse che già pagano abbondantemente gli imprenditori della provincia”, va avanti Babbo, “spero che i cittadini ricordino quanto sostenuto da Venditti sui tagli che l’amministrazione Di Pangrazio ha fatto per agevolare i commercianti di Avezzano”.

L’aumento della tassa agli imprenditori iscritti alla Camera di Commercio, votata anche dal presidente Lorenzo Santilli, non è andata giù nemmeno a Confindustria e all’Api (Associazione piccole imprese).

“Non si sa a chi verrà affidato questo progetto”, ha detto Massimiliano Mari Fiamma (Api), “tutto è stato deciso nelle segrete stanze”.




Lascia un commento