Arresti domiciliari per l’uomo che ha aggredito e ferito don Francesco, parroco di Trasacco



Trasacco – Secondo quanto attestato da testata Rai regionale, all’uomo che ha aggredito don Francesco Grassi, parroco di Trasacco, il 5 maggio scorso sarebbero stati concessi gli arresti domiciliari. L’uomo, anche lui di Trasacco, ha 77 anni ed era stato arrestato poco dopo aver accoltellato il sacerdote colpendolo, per futili motivi, al volto e alla gola.

Nei giorni immediatamente successivi agli eventi, dopo un ricovero presso l’Ospedale di Avezzano, don Francesco che, per fortuna, non è mai stato in pericolo di vita, è tornato a casa dove ha incontrato e parlato con i familiari più stretti del suo aggressore. Il parroco ha subito espresso la sua vicinanza e il suo perdono nei riguardi dell’uomo che lo ha ferito.



Leggi anche