Anziana raggirata all’uscita della chiesa



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Civita D’Antino – Esce dalla chiesa dove aveva partecipato a una messa e viene raggirata da una coppia di truffatori che le portano via gli anelli e le collane che aveva con sé. E’ accaduto nelle scorse ore a Pero dei Santi, una piccola frazione del Comune di Civita D’Antino.

Un gruppo di signore aveva partecipato alla messa delle 17 ed era appena uscito dalla chiesa quando un’anziana di circa 80 anni si è allontanata da sola per tornare a casa. La sua abitazione si trova dietro la chiesa e quindi avrebbe impiegato solo pochi minuti per rientrare. “In quel momento mi trovavo anche io in piazza”, racconta il sindaco Sara Cicchinelli, “e ho notato un’auto, un’Alfa 147 grigia, che mi è passata dietro a tutta velocità. All’interno c’erano una donna e un uomo. E’ stato un giovane del posto”, continua, “che quando ha capito cosa era accaduto mi ha avvisato e allora ho subito allertato il 112”.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, sembra che l’anziana sia stata avvicinata da un uomo e una donna, entrambi giovani e che l’uomo abbia iniziato a “contrattare” lo scambio dei gioielli. Con un borsello in mano avrebbe detto all’anziana di mostrargli gli anelli e le collane per vedere quanto potevano valere. Intanto faceva vedere il suo orologio e altre cose, confondendo di fatto l’anziana, che nel giro di pochi minuti ha perso così il controllo della situazione.

Intanto l’anziana si è tolta gli anelli e la collana, dandoli al truffatore che faceva finta di metterli nel borsello. Fatto sta, invece, che il borsello che poi ha lasciato alla malcapitata non conteneva i suoi preziosi. Nel giro di pochi minuti i due furfanti sono scappati in auto, a tutta velocità e la donna si è ritrovata sola. Solo una volta rincasata ha trovato la forza di allertare il figlio che a sua volta ha chiamato i carabinieri.

I militari sono stati chiamati anche dal sindaco, la quale ha anche provato a lanciarsi in un veloce inseguimento che purtroppo non ha avuto esito positivo. L’unico elemento positivo della brutta vicenda, è che la frazione di Pero dei Santi è munita di ben cinque apparecchi di videosorveglianza. Un impianto che senza dubbio si è rivelato utile.

Un apparecchio, in particolare quello che punta sulla Superstrada, come confermato dal primo cittadino, ha ripreso infatti, la targa del veicolo. “Abbiamo installato le telecamere proprio per la sicurezza”, conclude il sindaco Cicchinelli, “insieme alla polizia locale, con il maresciallo Maria Grazia Alfano, abbiamo subito messo a disposizione dei carabinieri le riprese della videosorveglianza che hanno proprio lo scopo di agevolare il compito delle forze dell’ordine”.

Sul caso il comandante della stazione di Morino, Marcello Turriziani ha aperto un fascicolo. Il reato ipotizzato è furto con raggiro. A lavoro ci sono i carabinieri agli ordini del capitano Edoardo Commandè.




Lascia un commento