Aielli, il volto di Patrick Zaki tra i vicoli di Borgo Universo

Aielli – Alle magnifiche opere che rendono Borgo Universo un posto ricco di suggestione, se ne aggiunge un’altra che va a sostegno di una causa di interesse internazionale.
Infatti Angie Mazzulli, ai piedi della Torre delle Stelle, ha riprodotto sulla parete della sezione degli Alpini di Aielli il volto di Patrick Zaki, su commissione del comune di Aielli, per testimoniare in qualche modo una collettiva volontà di scarcerazione.

È proprio il sindaco di Aielli, Enzo Di Natale, a raccontare la storia di questo ragazzo egiziano, arrestato ormai quasi un anno fa e che tuttora è in carcerazione preventiva.
“Patrick Zaki è un ragazzo egiziano che studiava a Bologna.
Il 7 febbraio 2020, mentre tornava in Egitto per passare qualche giorno con i suoi genitori, è stato catturato dagli agenti dei servizi segreti egiziani.
Accusato dal regime guidato dal generale Al Sisi di voler sovvertire l’ordine, secondo il suo avvocato è stato bendato e torturato per 17 ore consecutive con colpi allo stomaco, alla schiena, e con scariche elettriche inflitte dalle forze di sicurezza egiziane, oltre ad essere stato interrogato a riguardo della sua permanenza in Italia, del suo presunto legame con la famiglia di Giulio Regeni.
Da quasi un anno ormai, è intrappolato in una carcerazione preventiva, strumento tipico utilizzato dai regimi autoritari per reprimere ogni forma di dissenso.
L’ultimo dipinto apparso tra i nostri vicoli rappresenta il volto di Patrick e ne chiede la scarcerazione.
In attesa che la Farnesina batta un colpo, in attesa che lo Stato Italiano inizi davvero ad esercitare ogni forma di pressione possibile, noi proviamo ad utilizzare il nostro palcoscenico per chiedere libertà per #Zaki.
Sarebbe bello se Patrick venisse informato che in un borgo d’Abruzzo c’è un piccolo murales che lo rappresenta.
Magari il peso di una detenzione ingiusta sarebbe minore.
Magari si sentirebbe meno solo.
Sperando solo che gli venga restituita la libertà tolta e che un giorno possa venire anche lui a farci visita #libertaperpatrickzaki”