A bordo di un’auto rubata, tentato di investire un Carabiniere per sottrarsi al controllo: arrestati



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano. Per sottrarsi al controllo tentano di investire un militare e si danno alla fuga: arrestati. Si tratta di Yacine DAHHAK, classe 1991, Mohammed EJEMEL, classe 1984, Mohammed OUKABLI, classe 1986, tutti domiciliati a Trasacco ed irregolari sul territorio nazionale.

Questa notte i militari del Nucleo Radiomobile, nel corso di un posto di controllo in Piazza Cavour, notavano l’autovettura Lancia Ypsilon con a bordo gli stranieri sopraggiungere a velocità sostenuta verso di loro. Deciso immediatamente per procedere al controllo, i militari intimavano loro l’alt. L’autista della macchina rallentava l’andatura per poi tentare una brusca manovra elusiva cercando dapprima di investire uno dei militari per poi darsi alla fuga ad alta velocità. Raggiunti dagli operanti dopo un inseguimento conclusosi tra Via Colonna e Via Mazzarino, gli stranieri si precipitavano fuori dalla macchina per darsi alla fuga a piedi, ma venivano raggiunti e bloccati dai due militari del Radiomobile.

Dopo svariati tentativi di divincolarsi venivano portati in caserma, dove si accertava che la Lancia Ypsilon era stata da poco rubata a Trasacco. Gli arrestati sono stati tradotti presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari, per i reati di resistenza a Pubblico Ufficiale e ricettazione, su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avezzano.

I tre sono difesi dagli avvocati Mario Flammini e Mauro Ceci.



Lascia un commento