Vendeva case fantasma, imprenditore a giudizio



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Vendeva appartamenti fantasma: l’altro giorno è comparso davanti al giudice del tribunale di Avezzano, Carla Mastelli, l’imprenditore avezzanese, Roberto Mecozzi, 54 anni, accusato di aver provveduto a pubblicizzare e promuovere la vendita di alloggi asserendo di aver tutti i titoli per procedere alla vendita e che il progetto era compreso nel piano di lottizzazione deliberato il 30 giugno 2006 dal Comune di Avezzano nell’atto n. 64. A dire il vero – scrive il quotidiano Il Messaggero – questi dati erano riferibili ad un complesso residenziale da costruirsi ad Antrosano e riconducibili alla Cooperativa La Speranza.

E così diversi clienti hanno creduto al costruttore e non solo hanno sottoscritto un compromesso ma hanno versato anche somme consistenti. Col passare del tempo si sono accorti che erano stati truffati e hanno denunciato la truffa alla Procura di Avezzano.Ieri il giudice, dopo aver sentito le parti, ha rinviato l’udienza ad aprile del prossimo anno.

L’avvocato Roberto Verdecchia, che assiste le parti lese, ha chiesto che il rinvio non venga calcolato ai fini della prescrizione. Infatti il rischio è che le persone offese si vedano non riconosciuti i propri diritti proprio perché il reato sta per essere prescritto. L’imprenditore è difeso dagli avvocati Massimiliano Zitti e Leonardo Casciere.




Lascia un commento