“Abitare i luoghi” allarga gli orizzonti nella Marsica



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – E’ stato presentato nel pomeriggio del 31 ottobre alle scuole della Marsica la convenzione per le esperienze formative degli studenti abruzzesi e molisani nei Comuni delle due Regioni, chiamata “Abitare i luoghi”.

All’evento, organizzato da Fabiana Iacovitti, dirigente scolastica dell’ Istituto comprensivo “Mazzini – Fermi” di Avezzano, hanno presenziato il Vescovo dei Marsi, Mons. Pietro Santoro, ed il funzionario dell’  assessorato per le politiche del lavoro e della scuola della Regione Abruzzo, Raimondo Pascale. Quest’ultimo ha comunicato che tre Istituti della Marsica sono stati finanziati nell’ambito dell’ultimo bando regionale per le “Scuole aperte ed inclusive”, mentre Mons. Santoro, apprezzando l’idea che ha prodotto “Abitare i luoghi”, ha auspicato che l’accoglienza degli studenti nelle comunità da ospiti veri e non da turisti estemporanei possa servire a far “ritrovare loro lo sguardo, oggi perso per l’eccessivo guardarsi allo specchio o per la nota distrazione negli smartphone”.

Ad entrare nel merito delle esperienze fatte lo scorso anno da oltre cinque mila studenti sono state, invece, le dirigenti scolastiche Anna Orsatti di  di San Salvo e Nicoletta Del Re di Vasto. Entrambi hanno proiettato slide con i concetti più significativi  della convenzione e con le immagini più suggestive dei laboratori didattici relativi agli eventi organizzati dai Comuni aderenti, nei castelli, nelle chiese, nei musei, nelle riserve naturalistiche, nei borghi, sui trabocchi e nelle fattorie didattiche visitati. Si è incaricata, invece, di entrare anche nel merito delle procedure, alquanto facilitate per le scuole che volessero aderire, Nicoletta Del Re, peraltro presidente del Comitato scientifico di “Ricercazione”, l’associazione coordinatrice, che, insieme agli Uffici scolastici regionali e alle Associazione nazionale dei Comuni d’ Italia di Abruzzo e Molise, all’ assessorato alla Istruzione abruzzese ed all’assessorato al marketing territoriale della Provincia di Isernia, ha  sottoscritto la convenzione.

Il seminario, a cui hanno partecipato circa cento docenti e referenti delle scuole marsicane, è stato moderato dal presidente della stessa RicercAzione, Orazio Di Stefano. Il quale, dopo i lavori, si è detto certo che la nutrita partecipazione sarà generatrice di numerose visite didattiche dei ragazzi marsicani in altre zone di Abruzzo e Molise, ma anche di possibili gemellaggi tra scuole. Il primo dei quali sarà sottoscritto, proprio in Provincia dell’ Aquila, sabato 11 novembre tra gli Istituti comprensivi di San Salvo e Capestrano e consentirà alle scuole di Navelli – Capestrano di partecipare a laboratori musicali sviluppati dalle sezioni musicali sansalvesi, mentre consentirà a queste ultime di partecipare a lavoratori storici per la conoscenza del noto castello Piccolomini e del convento di San Giovanni da Capestrano. Sempre al termine dei lavori, Anna Orsatti ha ringraziato la collega Iacovitti per aver ben preparato il seminario formativo, a cui hanno partecipato anche i dirigenti scolastici Patrizia Marziale di Tagliacozzo e Massimo Pizzardi di Trasacco.

"Abitare i luoghi" allarga gli orizzonti nella Marsica




Lascia un commento