Home Attualità Premio Giuseppe Corsi: riconoscimenti a eccellenze musicali nella Chiesa della Madonna del Carmine a Celano

Premio Giuseppe Corsi: riconoscimenti a eccellenze musicali nella Chiesa della Madonna del Carmine a Celano

A+A-
Reset

Celano – Domani sera, dalle ore 21:00 nella chiesa della Madonna del Carmine si terrà l’undicesima edizione del Premio Giuseppe Corsi.

Giuseppe Corsi detto “Il Celano”, per molti anni sconosciuto ai più, è stato in età barocca uno dei migliori compositori italiani, maestro di Petronio Franceschini a Roma e Giacomo Antonio Perti a Parma e tra i migliori allievi di Giacomo Carissimi.
“Grazie alla stretta collaborazione con l’associazione “Giuseppe Corsi”, siamo riusciti a istituzionalizzare un premio a lui dedicato, patrocinato anche dalla Presidenza della Camera dei Deputati e dal Senato della Repubblica, che è un riconoscimento della città di Celano ai migliori talenti nel campo musicale, e negli anni ha visto la premiazione di nomi illustri” commenta il sindaco Settimio Santilli.

Anche quest’anno non si è stati da meno, il Premio “Giuseppe Corsi Città di Celano” andrà infatti al giovane tenore, il Maestro Andrea Caruso, che si è già esibito e continua ad esibirsi con successo in palcoscenici internazionali nonostante la sua giovane età, testimonianza di un talento innato ed originale.
Il “Premio Giuseppe Corsi Città di Celano 2024 alla carriera“ è stato attribuito invece al Maestro Tullio Vicaretti, al quale vanno riconosciuti i grandi meriti di aver fatto crescere esponenzialmente la “Banda città di Celano”, facendo appassionare non solo adulti, ma anche i bambini con la Junior Band e la Young Band, che oggi rappresentano splendide realtà sia musicali, ma soprattutto sociali.
Dalla banda hanno spiccato il volo diversi talenti, sintomo che Celano è terra che genera musicisti.
Tullio è un caro amico e questo riconoscimento lo merita, perché so quanto impegno, passione, lavoro e lungimiranza ha profuso, affinché avessimo oggi queste splendide realtà.

Il Premio “Musica insieme” sarà attribuito al grande talento di Tromba Vittorio Panaro. Alla musica si possono avvicinare tutti, anche le persone meno fortunate e Vittorio ne è una splendida testimonianza ed emblema. Vederlo suonare la tromba, emoziona sempre tantissimo!
Il Premio alla “Memoria” sarà invece attribuito al compianto e mai dimenticato Maestro Federico Metildi. Ne conserveremo le doti artistiche e umane anche con questo premio.
Si ringraziano tutti i componenti dell’associazione polifonica “Giuseppe Corsi” e Katia Molinelli per la splendida realizzazione artistica dei premi“.

necrologi marsica

Maria Scipioni

Casa Funeraria Rossi

Casa Funeraria Longo - servizi funebri

Ultim'ora