Un passo pieno di passi, “Storie di donne ben raccontate”. Convegno ad Avezzano


Avezzano. Sensibilizzare la comunità attraverso la narrazione di alcune tra le storie più affascinanti e ricche di suggestione che ruotano attorno al ruolo della donna nell’odierna società civile. Questo è l’obiettivo posto alla base di “Un passo pieno di passi – storie di donne ben raccontate”, evento che giovedì 16 marzo si svolgerà nella Sala Conferenze – piano terra – del Palazzo Comunale di Avezzano.

L’incontro, fortemente voluto dal Centro Antiviolenza “La Casa delle Donne nella Marsica”, vede il patrocinio del Consiglio Regionale – Regione Abruzzo e della Commissione Pari Opportunità del Comune di Avezzano.

Daniela Senese, responsabile della Casa delle Donne, afferma: “Partendo dalla constatazione di una millenaria subordinazione della donna all’uomo, tale per cui la storia delle donne appare sempre sullo sfondo rispetto a quella che troviamo sui libri, i cui protagonisti sono esclusivamente uomini, abbiamo pensato di provare a restituire alle donne un frammento di storia, sia recente che passata, con una narrazione onesta che le vede protagoniste. L’idea è stata da noi proposta alla CPO del Comune di Avezzano, in particolare alla presidente Marielisa Serone, la quale l’ha accolta con entusiasmo. Abbiamo voluto dislocare la ricorrenza dell’otto marzo, Giornata Internazionale della Donna, provando a parlarne non nel giorno esatto della “festa” ma spalmando questa narrazione a tutte le giornate che in ogni parte del mondo vedono protagoniste tutte le donne.”

A partire dalle ore 18.00 si alterneranno gli interventi di Daniela Senese, responsabile della Casa delle Donne nella Marsica, di Oria Gargano, presidente BeFree Coop. Soc. , di Marielisa Serone, presidente della Commissione Pari Opportunità, e del giornalista Federico Falcone. Le narrazioni  riguarderanno le affascinanti vicende di figure come Tina Anselmi (Primo Ministro donna della Repubblica e madre delle Pari Opportunità), Tina Modotti, Samantha Cristoforetti e Beatrice  “Bebe” Vio.

“Spesso le storie delle donne, nel loro essere ordinarie così come straordinarie, mancano della dovuta attenzione e della giusta narrazione” – dichiara Marielisa Serone, presidente della C.P.O. nonché moderatrice dell’appuntamento – “ a causa di un habitus mentale e culturale che ha relegato le donne stesse, pur nel loro operare fondamentale per il funzionamento sociale, a un ruolo di necessaria subalternità. Perché le donne, per natura, pare debbano prendersi cura e mettersi al servizio, per via di una sorta di pre-disposizione, senza che questo possa essere messo in discussione o detto in altri modi e maniere” – conclude Serone.

 


Invito alla lettura

Ultim'ora

Marcia per il Creato a Celano

Appuntamento domenica 21 agosto, alle ore 7.45, a Celano, terra del Fra Tommaso da Celano, principale biografo di San Francesco d’Assisi per la partenza della IX edizione della Marcia per ...


Il tenore avezzanese Lorenzo Martelli in concerto a Capistrello

Il cartellone dell’Estate Capistrellana 2022, in occasione della serata di domani, sabato 20 agosto, si tinge dei toni caldi del canto lirico rigorosamente nostrano. Un ...

Gabry Ponte infiamma il pubblico di Luco dei Marsi

Luco dei Marsi. Una serata all’insegna della musica che ha scatenato il pubblico. E’ andata sold-out l’attesa esibizione del famoso dj Gabry Ponte ieri sera ...

In scena a Pescina l’inedito spettacolo teatrale dedicato a Silone del regista Agostino De Angelis

Pescina – Dal 19 al 22 agosto prossimo, si svolgerà nel Comune di Pescina, la XXV Edizione del Premio Internazionale Ignazio Silone, promossa dal Comune, Regione Abruzzo, Centro Studi Ignazio ...



Lascia un commento