Un orto botanico per le nuove generazioni/Foto



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – Un progetto di ampio respiro e capace di uno ‘sguardo lungo’ sul futuro. E’ quello che ha dato vita al protocollo d’intesa tra il Comune Avezzano, l’I.C. “Collodi – Marini”, l’ I.I.S. “A. Serpieri “e il Centro giuridico del cittadino, ad oggetto: “Un Orto Botanico per le Nuove Generazioni”. “ Siamo orgogliosi di questa iniziativa”, ha rimarcato l’assessore Daniela Stati, che ha fortemente promosso e sostenuto il progetto, “ Gli alunni potranno utilizzare le aree verdi delle scuole e trasformarle in piccoli orti, prendendosene cura e seguendo passo passo la crescita delle piantine, fino ai frutti. E’ un progetto che darà la possibilità ai ragazzi di fare esperienza diretta della ricchezza e della complessità della Natura da protagonisti.  L’iniziativa è sperimentale, ma puntiamo ad estenderla agli altri istituti cittadini”.

L’amministrazione comunale ha concesso l’uso degli spazi verdi afferenti ai plessi di Paterno, San Pelino, Caruscino e dell’I.C. “ Collodi -Marini” di Avezzano.

L’accordo è stato sottoscritto dall’assessore al verde Pubblico Daniela Stati, dai dirigenti scolastici Pier Giorgio Basile, per l’I.C. Collodi – Marini, da Anna Amanzi per l’I.I.S. “A. Serpieri”, da Augusto Di Bastiano, per il Centro giuridico del cittadino.

Nell’ambito del progetto, di durata triennale, è stato istituito un gruppo di lavoro, con funzioni di verifica e controllo, composto dal dirigente comunale arch. Massimo De Sanctis, anche supervisore, dalla prof.ssa Anna Amanzi e il prof. Piergiorgio Basile, da Augusto Di Bastiano e dai professori Corrado Sterpetti e Sandra Cinque, anche referenti per il progetto.

 



Lascia un commento