Trovato morto sulle scale di un condominio. Ovindoli piange la scomparsa di Paolo D’Elia



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Ovindoli. Hanno iniziato a cercarlo quando i familiari si sono accorti che non era rincasato, come faceva ogni giorno, intorno alle 17.30. E così è stato trovato senza vita, sulle scale di un condominio che si trova a Ovindoli, il suo paese, sulla strada che sale agli impianti da sci.

Ovindoli piange la scomparsa di Paolo D’Elia, imprenditore di 55 anni. D’Elia lascia la moglie Angela e il figlio Francesco.

Ieri sera l’uomo non era rientrato e così i parenti hanno iniziato a cercarlo in paese. L’imprenditore era molto conosciuto a Ovindoli e in tutto l’Altopiano delle Rocche, si occupava di edilizia, rivestimenti e altro e spesso veniva chiamato anche da chi aveva casa a Ovindoli ma viveva fuori, a controllare a titolo di cortesia, gli appartamenti lasciati incustoditi durante la settimana.

D’Elia è stato ritrovato intorno alle 19.30 sulle scale di un condominio ma per lui purtroppo non c’era già più nulla da fare. Si è trattato quasi certamente di una morte naturale. Sul posto si sono precipitati i sanitari del 118 che hanno allertato anche i carabinieri. A fare un sopralluogo è intervenuto il brigadiere Andrea Schettino.

Questa mattina il pm Maurizio Maria Cerrato deciderà se procedere con un esame autoptico oppure se riconsegnare la salma ai familiari. I carabinieri della locale stazione, al comando del maresciallo Sante Benedetti hanno consegnato un’informativa in procura. D’Elia era conosciuto da tutti come un gran lavoratore, come un uomo buono e dedito alla famiglia.



Lascia un commento