Trasacco, aggredito alle spalle rischia di perdere la vista ad un occhio



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Trasacco. Una mattinata violenta, oggi a Trasacco, davanti ad un bar. Un uomo del posto rischia di perdere la vista ad un occhio dopo essere stato raggiunto da un pugno che non è riuscito a schivare, in quanto l’aggressore lo ha raggiunto all’improvviso, da dietro.

Non ha ancora i contorni molto chiari quello che è accaduto ma l’uomo di Trasacco è stato operato d’urgenza all’ospedale di Avezzano (la prognosi dovrebbe essere di 30 giorni) mentre colui che l’ha raggiunto sferzandogli il pugno è stato denunciato.

L’episodio violento è arrivato solo alla conclusione di diverse ore di liti. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, che però è ancora tutta da accertare, pare che un uomo di origine africana, conosciuto in paese perché fidanzato con una giovane del posto, abbia avuto una discussione con i proprietari di un supermarket. Pare che qualche giorno fa si sia generato un battibecco dal fatto che il migrante aveva un conto aperto al supermercato con un debito di diverse centinaia di euro.

I proprietari pare gli abbiano fatto notare che nonostante non pagasse la spesa aveva comunque sempre con sé un cellulare dal valore molto elevato. Da qui pare ne sia nata una lite alla fine di cui i proprietari del negozio pare si siano impossessati del cellulare di un parente dell’uomo africano dicendogli che glielo avrebbero restituito solo quando lui si sarebbe messo a pari con il debito.

Di tutta risposta, a quanto pare, il migrante ha chiamato i carabinieri del posto che sono stati visti andare al supermercato dove il telefono è stato recuperato e riconsegnato al proprietario. Secondo quanto raccontato dal ferito, in più di un’occasione pare che l’uomo di origine straniera gli si sia rivolto minacciandolo.

Dopo la lite, pare anche che alla famiglia dell’italiano, siano state ritirate le armi detenute legalmente. Fino a questa mattina, quando l’italiano è andato in un bar a fare colazione e mentre poi si dirigeva verso il negozio è stato di nuovo raggiunto dall’africano. Secondo un testimone i due hanno parlato e l’italiano pare abbia detto: “Non mi toccare”. Quando poi si è girato per andarsene è stato aggredito alle spalle. Pare che tra le mani l’uomo avesse anche un oggetto di ferro, che ha raggiunto l’italiano all’occhio.

“La cosa che davvero ci lascia esterrefatti”, dice un abitante del posto che preferisce rimanere nell’anonimato, “è che mentre il nostro compaesano era in ospedale sotto i ferri dell’operazione, l’altro girava tranquillamente in bicicletta per il paese come se nulla fosse”.

foto d’archivio




Lascia un commento