Transizione green e digitale, i temi del congresso delle tute blu della Cisl



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Capistrello – Si è svolto venerdì scorso il 3° Congresso Provinciale dell’Aquila della CISL, propedeutico al Congresso Interregionale Abruzzo e Molise del 19 gennaio del prossimo anno e di quello nazionale previsto nel mese di aprile a Torino, con lo slogan: “Oggi Partecipiamo per più lavoro giusto”.

L’organizzazione dell’evento si è avvalsa del supporto tecnologico della rete, con i delegati della Marsica riuniti presso il ristorante La Villetta a Capistrello, collegati via web conference con quelli dell’Aquila e Sulmona. Il Congresso è stato aperto nel ricordo di Iolanda Teodori, delegata FIM presso la SAES di Avezzano, prematuramente scomparsa, la scorsa settimana.

Molti i temi affrontati: dal PNRR, alla transizione ecologica e digitale, alla formazione e alla sicurezza nei luoghi di lavoro. Si è parlato di parità di genere e della recrudescenza del covid, oltre che della necessità, da parte della politica, di mettere a terra, in Provincia e nella Regione Abruzzo, di progetti mirati all’utilizzo delle risorse che arriveranno dal PNRR.

Molti gli interventi delle delegate e delegati delle aziende della provincia. Il Segretario Generale della FIM Abruzzo-Molise, Domenico Bologna, nel chiudere i lavori, ha richiamato l’importanza dell’industria nella nostra Regione e gli enormi spazi che rimangono da colmare per adeguare i servizi e le infrastrutture sul territorio, senza i quali, è difficile intercettare la transizione in atto per attrarre gli investimenti.

«Una bella FIM quella che ho visto oggi» ha concluso Domenico Bologna «Frutto del grande lavoro di Antonello Tangredi e Giampaolo Biondi.» I due sono stati riconfermati alla guida della FIM Provinciale. Ben 17 dei 27 delegati della nuova struttura del sindacato provinciale sono marsicani, gli altri 10 sono distribuiti fra l’Aquila e Sulmona.