Torna Cantine Aperte. Evento enoturistico importante



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Abruzzo – Sabato 26 e Domenica 27 Maggio si terrà l’edizione numero 26 di “Cantine Aperte”, l’evento enoturistico più importante d’Italia.
L’appuntamento più amato del Movimento Turismo del Vino (associazione no-profit che promuove lo sviluppo e la crescita della cultura dell’accoglienza enoturistica nei territori e negli ecosistemi di provenienza) si svolge, fin dal 1993, durante l’ultimo fine settimana di Maggio e nel tempo ha riscosso un successo crescente, diventando un vero e proprio viaggio alla scoperta dei territori del vino italiano.

Le cantine associate nel Movimento Turismo del Vino aprono così le loro porte al pubblico per favorire un contatto diretto con gli appassionati dell’enomondo e in questo viaggio il vino li accompagnerà alla scoperta del tesoro nascosto delle cantine.

Ogni anno si registra un aumento del numero di turisti, di curiosi e di “wine lovers” che si avvicinano alle cantine per assaggiare i vini ed acquistarli direttamente in azienda, ma anche per scoprire i segreti della vinificazione e dell’affinamento.

I protagonisti di Cantine Aperte sono giovani, comitive e coppie, che contribuiscono ad animare le innumerevoli iniziative di cultura gastronomica ed artistica che fioriscono attorno all’evento in tutto il Paese, su iniziativa degli stessi vignaioli.

Tutti i partecipanti potranno acquistare calice e sacca ufficiali di Cantine Aperte (calice serigrafato MTV Abruzzo e sacchetta bordeaux) nella prima cantina visitata al prezzo di 5€ e con gli stessi potranno visitare tutte le cantine aderenti all’iniziativa per due giorni avendo diritto a una breve visita guidata alla cantina e alla degustazione di 2 vini dell’azienda. Nelle cantine saranno organizzate anche degustazioni ed eventi a pagamento che non fanno parte dell’offerta prevista con l’acquisto di calice e sacca, così come tutti gli eventi organizzati fuori dagli orari ufficiali possono prevedere ulteriori costi per la partecipazione.

L’Abruzzo è un territorio che riveste un ruolo importante nella produzione di vini, tanto che i vignaioli abruzzesi che partecipano a questa iniziativa saranno ben 34 e negli ultimi anni si registra una sostanziale crescita qualitativa dei vini abruzzesi, il cui protagonista assoluto è il Montepulciano d’Abruzzo.




Lascia un commento