Teatro dei Marsi: il concerto di Vladimir e Vovka Ashkenazy chiude la stagione musicale



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – L’esibizione del grande musicista Vladimir Ashkenazy,  accompagnato dal figlio Vovka in un concerto per due pianoforti, chiude con prestigio la rassegna musicale 2015-2016 organizzata dalla Associazione musicale “Harmonia Novissima” direttore artistico il M°Massimo Coccia in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Avezzano.

Maggiore è il valore dell’evento considerando che l’incasso della serata verrà devoluto per uno scopo sociale, come espressamente richiesto dal M° Ashkenazy  quale condizione per  accettare  l’invito di esibirsi al Teatro dei Marsi. Favorevole l’assenso per la destinazione  alla CRI e nello specifico al progetto del Centro Antiviolenza di Avezzano.

Prima del concerto il M° Vladimir Ashkenazy  ed il figlio Vovka hanno ricevuto, alla presenza del Sindaco di Avezzano Giovanni Di Pangrazio, della Vice-presidente nazionale della CRI prof.ssa Maria Teresa Letta  e del M° Massimo Coccia, un tangibile segno di riconoscenza,  due opere dell’artista orafo avezzanese Giuliano Montaldi  che rappresentano il nostro  territorio: la Chimera simbolo marsicano ed il pilastrino che ricorda la chiesa di San Bartolomeo, memoria del terremoto di Avezzano, evento che cambiò la storia del nostro paese.

Teatro dei Marsi: il concerto di Vladimir e Vovka Ashkenazy chiude la stagione musicaleLa prof.ssa Maria Teresa Letta  ha ribadito quanto sia stato inaspettato e bellissimo il gesto di grande umanità del M° Ashkenazy  in quanto  artista di fama internazionale. “La sua rinuncia a qualsiasi provento per darlo ad una associazione come la Croce Rossa Italiana ed a un progetto come il centro antiviolenza di Avezzano è di una importanza e di un esempio incredibile.  Il centro antiviolenza è una realtà forte e purtroppo molto attiva, non credevo ci fossero tante violenze e tante vittime di violenza. E’ per questo che abbiamo bisogno di un sostegno dalla privatizzazione, perché i fondi statali sono finiti. Desidero precisare che il nostro centro è di violenza in genere e non di violenza di genere. Sono venuti anziani, giovani, bambini, la percentuale maggiore è costituita da donne, purtroppo la violenza tocca tutti e di tutte le età.

Con un mal celato orgoglio il M° Massimo Coccia ha evidenziato che giunti alla nona stagione musicale sul palco, senza ombra di dubbio nei  10 anni di storia del teatro, Ashkenazy  è l’artista più illustre fin’ora ospitato . “Vladimir Ashkenanzy  non è solo un sommo pianista, uno dei più grandi nella storia del pianoforte ma, direi una figura importantissima della musica internazionale dalla metà degli anni ‘50 ad oggi –precisa Coccia – Da un ventennio circa è direttore dell’orchestra giovanile dell’unione europea,  è un artista poliedrico che si dedica moltissimo ai giovani. E’ un onore grandissimo averlo  in un  concerto peraltro un po’ raro perché è per due pianoforti,  abbastanza inconsueto nelle sale da concerto, sono opere  sinfoniche del tardo ‘800 che gli stessi  autori compositori trascrissero per i due strumenti,  dalla forma sinfonica  alla forma pianistica. Si esibirà insieme al figlio, anche lui noto a livello internazionale.”

Presente alla consegna dei lavori dell’orafo Giuliano Montaldi,  l’assessore alla Cultura Fabrizio  Amatilli che ha considerato la valenza della stagione musicale non solo bellissima ma anche molto importante dal punto vista culturale. “La stagione musicale in collaborazione con il Comune di Avezzano  e l’associazione Harmonia Novissima, ha avuto un successo di pubblico e di questo siamo contenti. Il concerto di questa sera è  come la ciliegina sulla torta, siamo onorati di ospitare il M° Ashkenazy, uno dei maggiori musicisti viventi.  Questa sera ci sarà un pubblico proveniente sia dalla nostra ma anche da altre regioni, a dimostrare la valenza professionale di questo grande artista.  Siamo ancora più orgogliosi se si considera che grazie alla volontà del M° Ashkenazy  l’incasso della serata  sarà devoluto alla CRI;  è un gesto veramente ammirevole”.

Questa stagione musicale ha superato le precedenti  – ha dichiarato il sindaco Giovanni  Di Pangrazio-siamo soddisfatti di riuscire  a fare sempre di più e sempre meglio, siamo  un’ amministrazione attiva,  in continuo movimento che sa avvalersi degli artisti,  delle persone competenti e socialmente impegnate.  Quando c’è l’abbraccio, la sinergia di intenti tra le persone che vogliono fare cose belle da poter organizzare nella nostra Marsica, in tutti i settori  dal sociale al culturale,  siamo pronti e contenti di dare il nostro supporto. Oggi premiamo un musicista di levatura mondiale, siamo orgogliosi  che sia qui ad Avezzano,  come  siamo orgogliosi di avere il M° Massimo Coccia che con l’associazione Harmonia Novissima sa ben organizzare questi eventi  con la sua capacità di essere sia un valido musicista che  una eccellente persona.  Il M° Ashkenazy  ha dimostrato di essere non solo una grande artista ma soprattutto un grande uomo esibendosi in forma gratuita e devolvendo l’incasso alla CRI. Attraverso la Vice presidente nazionale  la prof.ssa Letta,  importante cittadina di Avezzano, l’importo   sarà destinato  al Centro Antiviolenza  di Avezzano,  sponsorizzato anche dal Comune”.




Lascia un commento