Tagliacozzo, si rinnova la tradizione del pellegrinaggio alla Madonna dell’Oriente



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Tagliacozzo. Si rinnova il pellegrinaggio dei fedeli verso il Santuario della Madonna dell’Oriente di Tagliacozzo. Domani 13 gennaio, alle 8,30, una processione organizzata dalla forania della parrocchia Santissima Annunziata di Tagliacozzo, partirà da Piazza Duca degli Abruzzi per raggiungere il Santuario.

E’ una manifestazione che si rinnova ogni anno, in onore di Sant’Emidio, il santo protettore in tutta Italia dai terremoti, proprio il tredici gennaio in coincidenza della ricorrenza del disastroso sisma  del 1915 che distrusse Avezzano e la Marsica, provocando oltre trentamila morti ma, a Tagliacozzo in particolare, non vi furono danni né a cose, né a persone.

Il popolo religioso di questa realtà, è rimasto fortemente devoto al Santo che, nella  circostanza, si unisce alla Madonna dell’Oriente, santuario amministrato da padre Basilio, meta di pellegrinaggi da tutta la Marsica ed oltre, come dimostrano i doni, lasciati dalle persone che vi hanno fatto visita nel corso degli anni, per i miracoli ricevuti.

Alle 9,30 nello stesso luogo sacro, verrà celebrata l’Eucarestia da don Bruno Innocenzi, titolare della parrocchia dell’Annunziata e da padre Basilio, rettore del Santuario da quattro anni e si pregherà anche per i terremotati del Centro Italia che in questo periodo sono in serie difficoltà, commemorando i morti che ci sono stati.

Si tratta di una ricorrenza che non sfugge alla popolazione, molto devota, in onore delle due figure in piena santità.




Lascia un commento