Tagliacozzo, al via la festa della municipalità, cittadinanza onoraria a Don Gaetano e al professor Sabatini



Tagliacozzo – Atmosfera solenne questa mattina nella sala consiliare del Palazzo di Città a Tagliacozzo. Con il Consiglio comunale straordinario e solenne si dà inizio alla due giorni della Festa della Municipalità e del Volto Santo. Grande partecipazione alle 12 nel municipio cittadino, nel rispetto delle normative per combattere la pandemia.

Tra gli antichi catasti in mostra sul tavolo della sala riunioni, l’assise guidata dal Sindaco Vincenzo Giovagnorio ha celebrato il conferimento delle cittadinanze onorarie, degli attestati di benemerenza e degli attestati speciali di riconoscimento per coloro che hanno dato un particolare contributo durante l’emergenza pandemica. 

Cittadinanza onoraria alla memoria per Don Gaetano Tantalo, in virtù dell’eroico servizio pastorale nella chiesa di San Pietro dal 1936 al 1947, periodo in cui il parroco ha soccorso la popolazione nei difficili anni della seconda guerra mondiale e ha salvato una famiglia di ebrei. A ritirare la pergamena, il postulatore della causa di Beatificazione padre Giovanni Grosso, Don Ennio Grossi, parroco della città e Silviana Mastrella, nipote del Don Gaetano. 

A voto unanime del consiglio, il secondo cittadino onorario è il professor Francesco Sabatini, già Presidente onorario dell’Accademia della Crusca, in virtù dell’elevata attività di promozione culturale condotta nonché per aver ridestato negli animi dei cittadini di Tagliacozzo l’orgoglio di appartenere alla Città, citata da Dante Alighieri nel XXVIII canto della Divina Commedia.

Come da tradizione, nel corso del Consiglio, sono state riconosciute le borse di studio agli studenti universitari distintisi per aver conseguito il titolo di Laurea con elaborati svolti su argomenti inerenti la città di Tagliacozzo o il territorio circostante. A conseguire il premio, gli studenti Federica Di Santo, Michele Mastropietro, Michela Torturo, Jessica Agostini, Matteo Ticani e Simone Scafati.

Attestati di Benemerenza, poi, per la giovane tredicenne Giorgia Fabiani per i successi conseguiti nella pratica sportiva del nuoto (da qualche giorno anche medaglia d’oro nella 200metri ad ostacoli nei campionati a Milano) e per Gaetano Gagliardi, in relazione per gli ottimi risultati ottenuti nel gioco degli scacchi a livello regionale.

Dopo due difficili anni di pandemia che hanno in oltre modo segnato la vita di tutti noi, l’amministrazione Giovagnorio ha conferito degli attestati di benemerenza anche per il personale sanitario dell’Ospedale Umberto I di Tagliacozzo, per il presidente dell’Associazione Nazionale Carabinieri, Filippo Di Mastropaolo, per il cavaliere Gianluca Rubeo e per la signora Erminia Marrocchi per le attività svolte con responsabilità e professionalità nell’allestimento e nel coordinamento del centro vaccini. Nell’occasione, l’amministrazione ha anche donato al primario dell’Umberto I, il dottor Carmine Viola, un macchinario Tecar di ultima generazione, a nome di tutta la cittadinanza.

La pandemia ha visto scendere in campo numerose associazioni e cittadini che hanno contribuito alla lotta contro il Covid19. Per questo motivo, la squadra amministrativa ha consegnato oltre 100 attestati di riconoscimento speciale per tutti gli operatori sanitari e logistici che hanno collaborato alle attività di tracciamento dei positivi nei drive-in allestiti ad hoc nella città, per le farmacie donatrici dei tamponi, per i singoli donatori di mascherine, per i membri del Nucleo Volontario Protezione Civile, della Croce Rossa, dell’Associazione dei Carabinieri e della Segen. 

“Con grande gioia ritorniamo in presenza davanti alla cittadinanza per lo svolgimento di questo Consiglio Solenne”, ha introdotto il Sindaco, Vincenzo Giovagnorio, “è un prestigio per la città di Tagliacozzo poter riconoscere come cittadino onorario un professore del calibro del dottor Francesco Sabatini, presidente onorario della Crusca e nel contempo omaggiare la memoria di Don Gaetano Tantalo alla presenza della nipote che ne testimonia il ricordo di un parroco eroe per tutti i cittadini”.

“Allo stesso modo, attestiamo oggi i dovuti ringraziamenti da parte dell’amministrazione comunale nei confronti di tutte quelle persone che a diverso titolo, hanno contribuito alle varie azioni poste in essere durante questi due anni di emergenza sanitaria”.

La Festa della Municipalità e del Volto Santo continua questo pomeriggio quando, le monache benedettine di clausura, custodi del quadro, consegneranno l’Effigie del Volto Santo al Sindaco il quale la esporrà alla venerazione dei fedeli. Alla Santa messa presieduta dall’Abate di Subiaco Mauro Meacci, seguirà il concerto istituzionale nel Teatro Talìa delle “Trombe d’argento”, il sestetto di ottoni della Cappella Sistina. Quindi, in serata un oratorio in musica a cura dell’Orchestra dei giovani della Diocesi dei Marsi. 

Si proseguirà domani mattina con il pontificale presieduto dal Vescovo Giovanni Massaro e la solenne processione in Piazza dell’Obelisco fino al momento culminante, della benedizione con il quadro del Volto Santo e il famoso schizzo dell’acqua dalla Fontana dell’Obelisco. 



Leggi anche