Studente avezzanese bloccato in Spagna con i suoi amici, l’appello al governo, “per favore aiutateci a tornare a casa”

Avezzano – Alessandro Piccirilli è un giovane studente di medicina di Avezzano, dall’inizio dell’anno accademico 2019-2020 è in Erasmus in Spagna e questa notte era previsto il suo rientro in Italia causa Covid-19 .

Nella notte Alessandro  i ragazzi hanno lasciato la loro città, Terragona e Valencia per andare a Barcellona luogo in cui sarebbero dovuti ripartire, sfortunatamente all’imbarco due colleghi di Alessandro sono stati fermati per le elevate temperature corporee rilevate dagli scanner all’imbarco.

I ragazzi hanno prontamente chiamato le forze dell’ordine e l’ambulanza per constatare se le temperature misurate fossero difatti quelle reali.

Dalle testimonianze dei ragazzi i medici hanno testimoniato a loro favore così come la polizia perché dopo aver svolto più controlli, la temperatura dei due giovani sembrava idonea per consentire lo spostamento in Italia.

Il comandante non ha acconsentito all’imbarco dei due giovani, ai quali si sono aggiunti tutti gli altri studenti che hanno scelto di rimanere per non abbandonare i loro compagni, dato che nessuno dei ragazzi aveva casa a Barcellona, ma tutti venivano da città diverse.

L’appello dei giovani è al governo italiano di non lasciarli soli.