Strada Dei Parchi e Toninelli. Va bene lavori per la messa in sicurezza, congelati gli aumenti delle tariffe e ad ottobre si torna a quelle dell’anno 2017; ma c’è qualche se…



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Marsica – Il Ministro dei Trasporti Danilo Toninelli si è impegnato a sospendere l’aumento delle tariffe dell’A24 e A25 nell’ultimo trimestre dell’anno. L’annuncio è arrivato dopo l’incontro con circa 100 sindaci di comuni del Lazio e d’Abruzzo nella sede del ministero in via Nomentana, a Roma. “Ho incontrato personalmente i sindaci e i rappresentanti sindacali che sono venuti fin qui sotto il mio ministero per testimoniare la loro rabbia sui rincari dei pedaggi dell’autostrada A24-A25“, ha spiegato Toninelli. “Ho detto loro che abbiamo intanto ottenuto da Strada dei Parchi, per il periodo ottobre-dicembre 2018, una neutralizzazione degli aumenti delle tariffe scattati nel dicembre scorso. E ho spiegato ai primi cittadini qual è l’impegno senza precedenti che questo governo sta portando avanti allo scopo di ridiscutere con i gestori autostradali tutte le concessioni, in termini di costi da sostenere e servizi resi a chi viaggia”.

Nel corso dell’audizione in Consiglio regionale d’Abruzzo era stato il vicepresidente Mauro Fabris ad anticipare l’intenzione della concessionaria. “Abbiamo dato disponibilità al ministro Toninelli ad affrontare il tema delle tariffe che comunque per una soluzione definitiva è legato all’approvazione del piano economico finanziario (Pef) che attendiamo dal 2013”. Così si era espresso Mauro Fabris, nel corso della riunione della commissione territorio del Consiglio regionale abruzzese convocata ieri mattina all’Aquila per discutere della messa in sicurezza delle due arterie.

Leggi anche:

Rincaro A 24 e A 25, cauto ottimismo nell’attesa dell’ufficializzazione di una grande notizia, le reazioni dei “protagonisti”




Lascia un commento