Stoccaggio rifiuti ad Avezzano, Verdecchia: “I grillini imparino le procedure”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – “La solita faciloneria degli esponenti locali del Movimento 5 stelle che tentano di perorare cause senza avere alcuna cognizione di norme e procedure in materia, convinti che buttarla in “caciara” possa portargli consensi. E’ la dura replica dell’assessore all’Ambiente, Roberto Verdecchia, a seguito della nota stampa diramata nelle scorse ore da Giorgio Fedele.

L'assessore all'Ambiente Roberto Verdecchia
L’assessore all’Ambiente Roberto Verdecchia

“I grillini dovrebbero essere a conoscenza, visto che hanno anche rappresentanti in Consiglio regionale, che il Comune di Avezzano non è stato convocato e quindi non era presente, poiché la Regione Abruzzo avvalendosi dell’AIA, Autorizzazione integrata ambientale ha la possibilità di bypassare la convocazione degli Enti locali e coinvolgere solamente Provincia, Asl e Arta. Situazione diversa, qualora la Regione Abruzzo avesse usufruito della Valutazione di impatto ambientale, cd. VIA, per la quale sarebbe stato necessario il coinvolgimento degli Enti territoriali, come i Comuni”.

Fedele – prosegue Verdecchia –  con il suo intervento, dimostra di sconoscere le procedure amministrative sulla questione e mira a distorcere la realtà, con il solo risultato di confondere. Stia tranquillo il M5S, che l’amministrazione Di Pangrazio – spiega l’assessore – è sempre particolarmente attenta alla salute e alla salubrità delle persone; per cui, mentre negli anni 2009/2012 non era stato affatto attenzionato questo procedimento, l’attuale amministrazione, impegnata costantemente sulla tematica e conscia delle possibilità offerte dalla legge in materia, seppur non invitata alla conferenza di servizi, in quanto trattasi di procedura semplificata, si è accorta nell’immediatezza del possibile nuovo insediamento industriale e si impegnerà affinché il caso SA.STE, abbia la stessa sorte della Powercrop“.




Lascia un commento