Sorpresi mentre rubano il gasolio dai bus, un arresto e una denuncia



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano. Sono stati fermati mentre rubavano il gasolio dai bus parcheggiati nella sede della Scav. E’ successo questa notte, intorno alle due e mezza.

A finire nei guai è stato di nuovo  Danilo Tatangelo, 39enne, che si trovava già agli arresti domiciliari, per una rissa che risale a meno di 15 giorni fa, che c’è stata in una palazzina di via Crispi.

Tatangelo era insieme alla sua compagna ed è stato sorpreso dagli agenti del commissariato di Avezzano mentre con dei tubi “aspiravano” del gasolio e lo mettevano nelle taniche di plastica. E’ accaduto alla sede della Scav, la società che gestisce il trasporto pubblico, in via Puglie, ad Avezzano.

L’intervento di polizia e carabinieri è stato richiesto da alcuni passanti che hanno visto nelle vicinanze del deposito che si trova vicino all’Inail, un’auto sospetta. Sul posto sono subito arrivati gli agenti della volante della polizia e gli uomini del nucleo radiomobile della compagnia di Avezzano.

Tatangelo e la compagna sono stati entrambi denunciati per furto. L’uomo, che si trovava già ai domiciliari, invece, è stato arrestato per evasione e, su disposizione del pm Roberto Savelli, è stato di nuovo rimesso ai domiciliari.

L’uomo è difeso dall’avvocato Antonio Pascale. L’udienza di convalida dell’arresto è stata fissata lunedì alle nove, davanti al giudice Francesca Proietti.




Lascia un commento