Sorpresi a rubare gasolio dalle cisterne, denunciati due giovani napoletani



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Civitella Roveto –  I Carabinieri della Stazione di Morino, nel corso della notte sono prontamente intervenuti presso l’ufficio postale di Civitella Roveto a seguito dell’attivazione del sistema di allarme, collegato con la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Tagliacozzo. I militari  operanti hanno quindi sorpreso due giovani pregiudicati napoletani intenti a prelevare furtivamente del gasolio direttamente dall’interno delle cisterne ubicate nel piazzale retrostante. I due malfattori, entrambi 20enni, per il tramite di una pompa munita di motore a scoppio, collocata in un furgone, stavano prelevando il gasolio riversandolo nelle taniche poste sul mezzo.

A seguito di perquisizione veicolare sono stati peraltro rinvenuti numerosi oggetti atti allo scasso.  E’ verosimile ritenere che se non fossero stati tempestivamente bloccati dai militari avrebbero messo a segno qualche altro colpo. I due sono stati denunciati in stato di libertà per il reato di furto aggravato alla Procura della Repubblica di Avezzano. L’operazione si inserisce nell’ambito dei servizi di controllo coordinato del territorio, predisposti e incrementati negli ultimi giorni in tutto il territorio aquilano, in occasione delle prossime festività, su disposizione del  Comando Provinciale dei Carabinieri di L’Aquila, con la finalità di prevenire e reprimere la commissione di reati contro il patrimonio.

Nei confronti dei due pregiudicati sarà inoltrata alla Questura di L’Aquila una proposta per l’applicazione della misura di prevenzione del “rimpatrio con foglio di via obbligatorio” per il Comune di residenza, con divieto di ritorno nel Comune di Civitella Roveto e zone limitrofe per un periodo di anni tre.