Si rinnova l’appuntamento con la settimana scientifica del Vitruvio


Avezzano – L’ormai consueto appuntamento marzolino della “Settimana scientifica e tecnologica” del Vitruvio è una ricorrenza giunta alla quattordicesima edizione che non accenna mai a deludere.

È una tradizione ricordata con affetto da chiunque abbia studiato al liceo scientifico di Avezzano, e l’ingrediente segreto è proprio la passione degli studenti e delle professoresse Di Giulio, Rubeo, Ruggeri, Scenna, Sorge, che organizzano la manifestazione e di tutti quelli che allestiscono i singoli esperimenti.

Già la brochure, a partire dalla celeberrima citazione del Mahatma Gandhi “sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo” che esorta ad agire e non solo a pensare, racconta un programma pieno e molti stand, e così ci si ritrova davanti agli immancabili pulcini nati in incubatrice, grande attrazione che rimane nel tempo, cosi come altri esperimenti classici.

Ogni anno, però, la proposta si rinnova di esposizioni nuove  e anche grazie agli Stand provenienti da altre scuole, si ampliano sempre più le tematiche affrontate.

A catturare l’attenzione, tra gli altri, l’allestimento organizzato dalla classe 4h che, nonostante i recenti impegni collegati allo scambio culturale con il Belgio appena terminato, con una full-immersion di 3 giorni ha installato esperimenti molto interessanti circa le onde elettromagnetiche e meccaniche, con una camera oscura grandezza naturale, uno specchio che per gioco ottico fa volare e “io insieme a te” in cui ci si ritrova il proprio volto confuso e miscelato con i lineamenti della persona che si ha davanti. O ancora, la dimostrazione di Basic Life Support (ovvero le pratiche di supporto alle funzioni vitali), la storia della contraccezione, la birra artigianale targata Vitruvio, la storia dei coffee houses con tanto di costumi d’epoca, il vitrupe room (sul modello dei locali escape room, nei quali bisogna risolvere problemi di logica per arrivare all’obiettivo di uscire dalla stanza), una riproduzione del famigerato gioco televisivo “affari tuoi” e altri giochi sulle luci, sulla gravità, sui terremoti… solo per citarne alcuni.

La settimana scientifica, che ha già concluso i tre giorni di convegni rivolti ai soli studenti, è aperta invece alle visite di questi laboratori oggi e ancora per altri due giorni, venerdì 16 e sabato 17 marzo 2018, dalle ore 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.00. Un’esperienza allegra e stimolante non solo per bambini, scuole e ragazzi, ma consigliata ad un pubblico di tutte le età. (F.G.)


Invito alla lettura

Ultim'ora

Nonno Pietro compie 100 anni

Canistro – Canistro in festa per i 100 anni di nonno Pietro. “Oggi – fanno sapere dall’Amministrazione Comunale – abbiamo festeggiato il nostro concittadino Pietro Iafolla che ha raggiunto il ...


Recuperati poco fa i corpi dei due alpinisti deceduti sul gran Sasso

Sono stati recuperati pochi minuti fa da parte del Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese i corpi di due alpinisti precipitati sul Gran Sasso. Si tratta ...

L’Abruzzo a Terra Madre in ricordo di quattro grandi pilastri del mondo rurale e della pastorizia

Il Gal Gran Sasso Velino e Marsica annunciano il “Premio nazionale della Pastorizia”, in memoria di Gregorio Rotolo, Giulio Petronio, Pierluigi Imperiale e Giovanni Cialone. L’Abruzzo ...

Addio alla maestra Simona, aveva solo 50anni

Avezzano – Cordoglio ad Avezzano per la prematura scomparsa della maestra Simona Scivola strappata agli affetti e all’insegnamento a soli 50 anni. Molto amata dai ...

Sabato sera con botte da orbi ad Avezzano centro, interviene la polizia

Avezzano – Tornano le risse ad Avezzano centro. Ieri sera, dopo l’una , si è svolta una rissa su via Garibaldi. A causarla sembrerebbe essere ...



Lascia un commento