Si divertivano sulla neve in motoslitta nel Parco Nazionale, fermate e sanzionate 3 persone



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Pescasseroli – Nell’ambito di controlli del territorio finalizzati alla tutela del territorio, nei giorni scorsi il personale del Servizio di Sorveglianza del Parco ha individuato e fermato 3 persone, 2 in località Colli Bassi di Pescasseroli e 1 in località Piani di Templo, mentre a bordo di 3 motoslitte percorrevano aree interdette senza alcuna autorizzazione.

Gli individui, a giudicare dalle tracce rinvenute dai Guardiaparco e dalle indagini svolte, avevano creato dei veri propri circuiti, arrecando disturbo in aree di grande pregio. Il personale dell’Ente, ai sensi delle normative del Parco, ha provveduto a sanzionare e diffidare i contravventori.

Comportamenti come questi creano seri danni alla Natura e agli animali selvatici in particolare. Danni il cui nesso tra causa ed effetto può sfuggire a molti, data la complessità delle relazioni che regolano gli ecosistemi naturali. A maggior ragione in inverno che è uno dei periodi più delicati per la sopravvivenza anche per il grande dispendio energetico cui tutti gli animali sono chiamati, spesso affrontando condizioni estreme.

In questa stagione le specie consumano le riserve di grasso accumulate durante l’estate e rimangono per lungo tempo nascoste, alcune di esse anche sotto la neve, per mantenere alta la temperatura corporea e per difendersi dai predatori. In inverno l’energia che gli animali consumano deve essere ridotta al minimo perché il cibo presente è poco e di scarso valore calorico.

I movimenti delle varie specie, in presenza di terreno innevato, sono limitati all’essenziale. Ogni nostro comportamento in natura può causare un impatto negativo su una o più componenti dell’ecosistema, fino a poter pregiudicare la sua stessa sopravvivenza alla stagione invernale. Adottando comportamenti responsabili e rispettando le regole delle aree protette, possiamo tutti noi essere i primi custodi di questa meravigliosa natura!