Serie D, l’Avezzano Calcio torna da Agnone con un punto



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Agnone – Tarda ancora ad arrivare la vittoria per l’ Avezzano Calcio che raccoglie solamente un punto nella trasferta di Agnone contro l’Olympia Agnonese. Al Civitelle, partita ricca di emozioni che però non regala soddisfazioni a nessuna delle due squadre.

LA PARTITA

4-4-2 il modulo dei entrambe le formazioni, Giampaolo si allontana, dunque, dal suo solito 4-2-3-1.

L’avvio dei padroni di casa è devastante, dopo soli quattordici secondi Sorgente può provare a battere Fanti che però è molto reattivo e spedisce in corner.
Dopo lo spavento iniziale è l’ Avezzano a fare possesso e a far stancare i granata, ma al 15′ un errore in fase di impostazione favorisce ancora Sorgente che serve l’ imbucata al compagno Lamin ma il tiro del centravanti termina fuori alla sinistra del portiere biancoverde.
Il bel gioco dei marsicani, però, è sempre pericoloso, soprattutto quando Schirone, al 29′, parte sulla sinistra e crossa in mezzo, pallone basso che viene spedito in rete da Cerone, al suo quarto centro in campionato.
Per rivedere l’Olympia bisogna attendere il primo minuto di recupero, al 46′ infatti, Fanti respinge il tiro di Sorgente, sulla ribattuta il più veloce è Gentile che da due passi non può sbagliare e regala il pari ai suoi tifosi.

Nel secondo tempo è ancora l’ Avezzano a tenere in mano il match, al 49′ D’Eramo ha un’occasione per riportare in vantaggio i biancoverdi, ma il suo sinistro, dopo un splendido scambio con Cerone, finisce di poco fuori. Al 63′ Pellecchia prova la specialità di casa, il tiro dalla distanza, ma la palla sfiora il palo della porta di Venturini.
I cambi di mister Foglia Manzillo, al 67′, fanno risvegliare l’Agnonese che sfiora il sorpasso con Lamin, poco bravo a finalizzare un preciso passaggio del neo-entrato Dezai. Lo stesso Lamin, due minuti dopo, non riesce ad angolare un tiro ravvicinato che sbatte su Fanti e torna in campo.
L’ Avezzano è scosso e non ritrova la manovra fluida dei primi sessanta minuti, prova ad approfittarne Antonelli che, da venti metri, tenta di battere a rete, fra lui e il gol c’è solo la traversa.
Al minuto 82, violento scontro tra Besana e Nyang, che escono dal terreno di gioco con le barelle. Dopo alcuni minuti di sospensione, la gara riprende e i marsicani provano a tornare in partita grazie all’angolo di Pellecchia che mette un pallone col contagiri sulla testa di Bianciardi, il centrocampista avezzanese fallisce il colpo del nuovo vantaggio.
I lupi non mollano, al 95′ è Conti che prova a impensierire Venturini con un destro da fuori area, bravo il portiere dei molisani a mandare in angolo.

La partita termina con un 1 a 1 che sta stretto ad entrambe le compagini. L’ Avezzano Calcio dopo sei giornate si trova all’ultimo posto in classifica a 14 punti di distanza dalla capolista Matelica, prossima avversaria proprio dei biancoverdi domenica prossima.



Lascia un commento