Scuole, Mazzocchi replica a Boccia



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – “E no carissimo Boccia, peggio ancora se il comune di Avezzano ha già chiesto questo contributo ma solo per gli alunni della Vivenza. Magari poteva sfuggire in buona fede invece no è una precisa scelta; per alcuni si per altri no. Nella più ampia programmazione della messa in sicurezza di tutti gli altri plessi scolastici è proprio la decisione di dislocare che manca, e lo si fa coscienti di avere in mano relazioni che non lasciano certamente sereni”. E’ quanto afferma il consigliere provinciale Felicia Mazzocchi in risposta alle dichiarazioni del vice sindaco di Avezzano Ferdinando Boccia sulla “questione scuole”.

“Ben poteva essere considerato questo contributo a ristoro parziale delle somme da spendere per i M.U.S.P., ma ribadisco che sono scelte politiche che si fanno o non si fanno. C’è sempre una priorità per chi amministra ed evidentemente sistemare provvisoriamente i ragazzi in luoghi più sicuri in attesa dei lavori da eseguire non lo è. E forse non è importante nemmeno la considerazione che i finanziamenti sono concessi in funzione del nesso di causalità tra evento terremoto e danno subito.

Ma va tutto bene a quanto pare, tanto che pure se i cittadini di Avezzano non se ne sono accorti, il comune di Avezzano ha comunicato all’USRC, come si vede nel sito, che per i cantieri delle scuole è tutto in corso di esecuzione, vero? E tanto per precisione la determina dell’Usrc n. 19 del 17/03/2016 liquida Euro 33.693,99 a fronte di euro finanziabili 84.234,98 che non è la cifra espressa dal vice sindaco che parla di euro 250.000,00. Pensate a recuperare il tempo perduto piuttosto e a tenere un po’ più a cuore gli studenti”.




Lascia un commento