Screening di massa a Luco dei Marsi, rilevati 4 positivi su 646 tamponi effettuati



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Luco dei Marsi – Si sono concluse ieri le operazioni di screening di massa presso la sede della Misericordia di Luco dei Marsi, mirate a sondare eventuali positività e a porre quanto prima rimedio.
Nonostante le condizioni meteo poco favorevoli l’affluenza è stata decisa, addirittura la più alta rispetto all’avvio dell’iniziativa dello screening periodico, infatti la sindaca di Luco dei Marsi Marivera De Rosa comunica che sono stati 646 i tamponi effettuati, di cui 4 sono risultati positivi.
La sindaca De Rosa nel suo post ringrazia quanti hanno collaborato in questa giornata, nonchè tutti i cittadini che hanno partecipato, dimostrando senso di responsabilità: “Un ringraziamento di cuore alle dottoresse Mary Di Domenico e Laura Mascitti e alla OSS Angela Bianchi, che sono riuscite con professionalità, efficienza e abnegazione in questa impresa, un vero tour de force che hanno affrontato sempre col sorriso. Un grazie alla mia squadra, all’ufficio tecnico comunale, ai meravigliosi Volontari del gruppo COC Emergenza (Nazzicone Marco, Luciani Antonio, Viliano Paris, Giovanni Marchi, Roberto Cambise, Fabrizio Salvati, Sergio Marraccini, Angelo Angelucci, Demetrio Ciocci, Stefano D’Eramo, Francesco Terramano, Carlo Santellocco, Daniela Cantore, Roberto Ripaldi, Emanuele De Ritis, Cappelletti Carmine), che non fanno mai mancare aiuto e presenza, e un grazie speciale al vicesindaco Giorgio Giovannone e all’assessore Silvia Marchi, in prima linea, come sempre, nelle operazioni, e ancora al lavoro a quest’ora per sistemare e trasmettere i dati. Un grazie di cuore a tutti voi, a tutti i cittadini che, con senso di responsabilità e attenzione, malgrado le condizioni meteo, hanno scelto di sottoporsi al test. Sono orgogliosa di tutti voi, di rappresentare il paese che siamo. La strada è ancora lunga, sicuramente vi saranno ancora fasi dure, ed è necessario continuare a osservare la massima prudenza, ma già si intravede un orizzonte migliore. Avanti, insieme”.