Scoperto dai carabinieri della tutela forestale deposito incontrollato rifiuti, denunciati i responsabili



A seguito di articolata attività di indagine che ha interessato nei giorni scorsi il territorio di Sulmona, il personale della locale Stazione CC Forestale ha accertato la presenza, all’interno di uno stabilimento produttivo, di un deposito incontrollato di rifiuti pericolosi e non pericolosi, gestito in assenza di AUA (Autorizzazione Unica Ambientale) da una nota società. 

In particolare, sono state riscontrate violazioni del reato di cui all’art 124 sanzionato dall’art. 137 c.1 D. Lgs 152/2006, scarico di acque reflue in assenza di autorizzazione, per il quale è previsto l’arresto da 2 mesi a 2 anni e l’ ammenda  da € 1500  a € 10000.

Inoltre durante il sopralluogo nelle pertinenze dello stabilimento è stata riscontrata la presenza di diverse tipologie di rifiuti depositati in violazione della L.R. 31/2010 art. 17, 18 e 19 e ss. e dell’art. 192 c. 1 del D.Lgs 152/2006. Per quest’ultima violazione è previsto l’arresto da 3 mesi a 1 anno e l’ammenda  da € 2600 a € 26000, nel caso di rifiuti non pericolosi, e l’arresto da 6 mesi a 2 anni e l’ammenda  da € 2600 a € 26000 per i rifiuti pericolosi.

I responsabili sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria.




Leggi anche