Sconfitta di misura per l’Avezzano a Campobasso. Servono rinforzi di esperienza a Giampaolo



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Campobasso – Non riesce il bis all’Avezzano nella 17°  giornata di campionato. Dopo la vittoria interna con la Savignanese, l’undici marsicano non si ripete a Campobasso, nel turno infrasettimanale, contro una diretta concorrente per un posto salvezza. I tre punti importanti se li aggiudica la squadra di Bagatti con una vittoria di misura per 1 a 0.

Di sicuro la poca esperienza dei giovani ragazzi di Giampaolo , ancora in attesa di qualche pedina dal mercato, si è fatta sentire, anche se vanno certamente fatti i complimenti a dei calciatori che hanno cercato di onorare al meglio la maglia, tenendo botta per tutto il primo tempo e calando un po’ di ritmo nella ripresa.

L’obiettivo, adesso, è lontano tre lunghezze. C’è ancora molto tempo per cercare una permanenza in Serie D e quindi passare dalla diciannovesima posizione attuale, a 14 punti, al quattordicesimo posto, il primo valido per salvarsi.

LA PARTITA

Primo tempo di grande intensità per tutte e due le compagini che si affrontano a viso aperto con molti capovolgimenti di fronte.
Al 19′ punizione di Danucci, per il Campobasso, Marchetti colpisce di testa ma Fanti è attento e blocca la sfera.
Dopo due giri di lancette risponde l’Avezzano, con Padovani che, in area, trova l’invito per Besana ma l’esterno spedisce il pallone alto, scivolando.
Al 34′ Grazioso lancia in profondità a cercare D’Eramo che prova a superare Sposito in velocità, senza successo però, perché l’estremo difensore riesce a deviare, forse toccando di mano la palla fuori area. Tutto ok per l’arbitro.
I rossoblu provano a far male, poco dopo, con l’ex del match, Alessandro, che raccoglie un pallone lungo dalla difesa ma in area non riesce a trafiggere il suo ex portiere.
Termina, a reti bianche, una prima frazione esaltante con occasioni da ambo le parti.

La ripresa ricomincia a ritmi molto più blandi e servono i primi cambi, intorno al 60′, per scuotere un po’ il match: nelle fila molisane dentro Coiati e Antonelli per Giacobbe e Di Paolo.
Al 68′ è proprio il neo entrato Coiati a tentare un sinistro dalla distanza deviato in corner dalla difesa. Proprio sugli sviluppi di questo calcio d’angolo, impatta di testa Musetti che porta in vantaggio i suoi segnando il gol vittoria. 1 a 0.
Accusano il colpo gli abruzzesi e lasciano il pallino del gioco ai molisani che, al 76′, vanno vicini al raddoppio con un diagonale di Alessandro che lentamente rotola sulla linea fino a sfiorare il secondo palo e terminare in out.
I biancoverdi, al minuto 89, potrebbero tornare in parità, ma Besana non riesce a sfruttare un passaggio involontario dell’avversario Lobello, non bravo nel disimpegno in area.
Al 92′ Fanti prova a tenere vive le speranze dei suoi compagni parando un tiro pericoloso di Musetti.
Al 95′ i marsicani devono ringraziare Tariuc che salva sulla linea un tiro di Coiati forse poco lucido dopo aver saltato gran parte della difesa avversaria.

Seconda vittoria consecutiva per il Campobasso che esce dalla zona play off. L’Avezzano necessita uomini più esperti da affiancare ai buoni giovani della rosa per ambire a scalare qualche posizione in classifica.