Sanità marsicana, Nazione Futura: dialogo con i consiglieri Quaglieri ed Alfonsi “Presto riattivazione presidi sanitari Tagliacozzo e Pescina, attenzionamento ospedale di Avezzano”



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano –  “Negli ultimi giorni tiene banco a livello regionale – afferma Nello Simonelli, responsabile avezzanese di Nazione Futura – la questione relativa ai nosocomi marsicani, che non devono né possono né saranno dimenticati dalla Regione all’interno dei già programmati interventi di ristrutturazione del sistema sanitario”.

“In seguito ai colloqui avuti recentemente – assieme a tutti i componenti di Nazione Futura Avezzano – con il consigliere regionale, nonché presidente della commissione Sanità, Mario Quaglieri e con il consigliere provinciale Gianluca Alfonsi, referenti istituzionali di Fratelli d’Italia nella Marsica, sono stati ribaditi con forza i punti focali dell’agire necessario a tutela della nostra realtà di zona, nell’ottica di revisione della sanità territoriale fondamentale per le aree interne”.

“E’ stata stimolata con urgenza la riattivazione del Pronto Soccorso su Pescina e Tagliacozzo, e a tal fine il consigliere Quaglieri si è attivato tramite un incontro con il manager Testa e con la direttrice sanitaria Santini, che hanno assicurato una pronta ricognizione del personale dei due punti di primo soccorso al fine di riattivare e potenziare quelle che sono le eccellenze dei due nosocomi interessati, il polo riabilitativo per quanto concerne Tagliacozzo e quello di medicina territoriale e lungodegenza ospedaliera per quanto riguarda Pescina”.

“Tali interventi di potenziamento , come ricordato dal consigliere Alfonsi, sarebbero attuati, oltre che a garanzia degli abitanti delle aree interne, anche per favorire il decongestionamento delle attività cui è sottoposto l’ospedale di Avezzano”.

“E’ invece da scartare completamente l’ipotesi ventilata in passato di istituire degli ospedali Covid nelle due strutture, in quanto non hanno le caratteristiche idonee e di sicurezza per il malato a sostenere quella specifica funzione”.

“Ulteriore argomento di disamina – conclude Simonelli – è stato l’Ospedale di Avezzano, presidio più rilevante della Marsica e riferimento per tutti i 130mila cittadini del territorio: si è ribadito più volte l’attenzionamento da parte della Regione, e per questo teniamo a ringraziare la continua attività di ascolto e confronto dei nostri referenti, con interventi che saranno disposti nel breve – medio termine”.