Salvo il Convitto nazionale “Domenico Cotugno” di L’Aquila grazie al tempestivo intervento del Governo e della Ministra Azzolina

L’Aquila – La struttura storica che ospita ogni anno giovani studenti provenienti da tutta la Regione, simbolo della città di L’Aquila e dove morirono alcuni ragazzi durante la terribile scossa di terremoto del 06 aprile 2009, è salvo grazie all’intervento del Governo e della Ministra Azzolina.

Il CONVITTO nazionale “Domenico Cotugno” dell’Aquila potrà finalmente aprire anche quest’anno ed ospitare gli studenti che ne avevano fatto richiesta e che speriamo aumentino, ovviamente nel rispetto delle norme anticovid. Grazie al repentino intervento del governo siamo riusciti a scongiurare la chiusura di questo Istituto storico dell’Aquila, chiusura che avrebbe comportato la perdita di tanti posti di lavoro e avrebbe negato la possibilità a molti studenti di andare a scuola” dichiara Stefania Pezzopane.

Ringrazio il governo e la ministra dell’Istruzione Azzolina che sono intervenuti repentinamente e molto puntuali, accogliendo subito le istanze del territorio, e le mie sollecitazioni, nonostante l’incuranza delle istituzioni locali che si sono rivelate totalmente assenti. Ancora una volta la Regione Abruzzo e gli enti locali governati dalla destra sfuggono ai problemi e il governo agisce. A Biondi e Marsilio piace solo gridare contro il governo, ma il governo c’è e fa i fatti, mentre loro continuano a gridare. Il Convitto è salvo, una istituzione storica che oltretutto dà lavoro a numerose persone che abbiamo così tutelato. Un grazie alla Dirigente scolastica Serenella Ottaviano e alla Dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale per il loro prezioso lavoro” conclude la Pezzopane.