“Rumori di Sottofondo”, un successo sorprendente per Ovindoli



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Ovindoli – Le vie del suggestivo centro storico di Ovindoli nella sera 16 Agosto, si sono riempite di un’atmosfera magica.  Da anni ormai  grazie all’impegno dell’associazione “La Zurla” si organizzano i “Rumori di Sottofondo”. Una manifestazione musicale che si svolge lungo tutti i vicoli del paese e che crea assieme alle antiche architetture, un connubio poetico dalle forti emozioni.

Ovunque si capitava v’era buona e varia musica. Da  un concerto di Legni sotto l’imponente arco gotico del Palazzo di Re Zappone a Lucio Dalla e De Gregori, passando per la musica Irlandese per poi finire con un ritmato e moderno  Rap italiano.

Gente, tanta gente, tanti bambini, centinaia di turisti hanno affollato  le viuzze. Restavano  poco o tanto,  incantati  e frastornati dai suoni che serpeggiavano e si contaminava continuamente.  A coordinare il tutto lo storio maestro Nicolino Rosati, che di musica  e di musicisti ne sa veramente qualcosa.

Rumori di sottofondo ormai si ripete da anni e l’entusiasmo è sempre stato moltissimo. Nonostante le temperature abbastanza rigide  e gli strumenti che a volte facevano fatica resistere, anche quest’anno la manifestazione ha avuto risvolti a dir poco sorprendenti e ha rappresentato una forte attrattiva per un paese come Ovindoli che sta vivendo forte rilancio turistico, grazie anche all’impegno di persone che lavorano con forte passione.

L’auspicio degli organizzatori e in primis del maestro Nicolino Rosati, è che l’ormai tradizione dei Rumori di Sottofondo possa contare sempre più partecipanti, perché nonostante tutto “Ciò che non si può dire e ciò che non si può tacere, la musica lo esprime.”




Lascia un commento