Rubata stazione meteo sull’Altopiano delle Rocche, organizzata una raccolta fondi per ricomprarla



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

L’Aquila – Sembra quasi assurdo eppure c’è chi ruba apparecchi meteo necessari per elaborare previsioni del tempo nella nostra provincia. E’ quanto accaduto sull’Altopiano delle Rocche dove gli operatori dell’Associazione Meteorologica MeteoAQuilano hanno rilevato il furto della loro stazione meteo.

Andrea Cucchiarella, a distanza di qualche ora dall’aver scoperto che la stazione meteo dell’Associazione che presiede era stata rubata, compie qualche riflessione che condivide online: “Un furto per poi rivendere il tutto, sarebbe stato caratterizzato da un attenzione a non danneggiare la strumentazione che altrimenti avrebbe perso di valore, ed invece, come detto, è stato sicuramente danneggiato il sensore di temperatura, quindi la poca attenzione posta nel rubare la strumentazione mi fa dubitare che questo sia stato il vero scopo“.

Un’altra ipotesi avanzata: “un dispetto da parte di qualcuno che non vedeva di buon occhio una stazione che, sin da subito, ha iniziato a fornire dati molto molto interessanti, ponendola di fatto, ai vertici del monitoraggio di un territorio, comunque coperto da numerose strumentazioni, ma con risultati meno “eclatanti”“.

Conclude poi Cucchiarella “il territorio aquilano, la provincia ma un po’ tutto l’Abruzzo, sono costellati di stazioni meteo, e solo una piccolissima parte fa capo a MeteoAQuilano e/o a Meteo Abruzzo. Perché allora questi atti vandalici, o come in questo caso, dei furti, avvengono solo alle nostre strumentazioni? Perché in 10 anni abbiamo subito diversi danneggiamenti, evidentemente per mano dell’uomo, ed ora anche un furto, mentre altre realtà presenti in maniera più massiccia e più longeva, non hanno mai avuto di questi episodi? Probabilmente la colpa è nostra, voglio pensare così, perché credere che dietro tutto questo ci sia un preciso disegno da parte di qualcuno, mi farebbe veramente venire soltanto voglia di chiudere MeteoAQuilano e dedicarmi ad altro per lasciare campo libero ai più prepotenti“.

In ogni caso, nonostante lo scoraggiamento, è stata avviata una raccolta per acquistare nuova strumentazione. Una colletta nata in collaborazione di Meteo Abruzzo e Meteo Lazio con la quale ci si prefigge di raggiungere la somma sufficiente a comprare una stazione meteo e riposizionarla lì dove è stata rubata.