Rotary Club Avezzano: meritato riconoscimento al “ Trio Cardoso”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano  Nella Sala Consiliare del Comune di Avezzano, si è svolta la cerimonia di assegnazione del “Premio Cesare Paris” istituito dal Rotary Club di Avezzano, giunto alla 25esima edizione.  Il premio del Rotary Club di fu fondato dal Governatore l’ Ing. Cesare Paris, già Presidente del Club di Avezzano

il premioE’ stato conferito il  prestigioso “Premio Cesare Paris” al Trio Cardoso costituito da Guido Ottombrino, Alessandro Giancola, Massimiliano De Foglio, per essersi distinti nella loro professione artistica.

Lo stesso Guido Ottombrino con velata emozione ha  dichiarato “ Ci fa particolarmente piacere ricevere questo ambito riconoscimento  perché giunge in un momento molto importante per noi,  avendo appena festeggiato venti anni di attività:  venti anni di musica intorno al mondo , di amicizia,  di incontri e siamo contenti per questo. “

Il Trio Cardoso nasce nel 1995 allorquando i tre amici Guido Ottombrino,  Alessandro Giancola e Massimiliano De Foglio cominciano a suonare il loro repertorio con nove  brani musicali di Jorge Cardoso e da lì nasce l’idea di titolare il trio al compositore al quale dovevamo la loro formazione.

A consegnare solennemente il premio è stato  il Presidente del Rotary Club di Avezzano Roberto Colucci, alla presenza del Sindaco, delle Autorità rotariane e dei Soci del Club.

vedova parisEssere qui ci rende  orgogliosi perché è una manifestazione particolarmente importante per il nostro Club,   siamo alla 25esima edizione  e,  come sottolineato più volte, stiamo cercando di interagire  con eventi  che pur diversi  tra loro abbiano una finalità comune, vale a dire rendere percettibile la funzioni del  Rotary e l’attività svolta.”  Ha affermato  il Presidente Colucci  “In questo senso abbiamo pensato di premiare il Trio musicale Cardoso, svolgendo questa attività e quella che svolgeremo a giugno si evince una azione a 360°. Per la prima volta  un Club, di dimensioni non grande come quello di Avezzano, assume la direzione di un campus dove verranno ospitati 250 ragazze e ragazzi diversamente abili. E’ un iniziativa che sento in particolar modo.  Normalmente sono sempre due o tre città che si consorziano in questa azione,  un pensiero ed un rammarico è constatare che nella Marsica non abbiamo strutture adeguate per poter ospitare 250 disabili perché,  purtroppo,  il discorso delle barriere architettoniche diventata prioritario e pertanto  saremo costretti a spostarci a Roseto degli Abruzzi. L’augurio da formulare  con tutto il cuore, è  che si crei una struttura nella Marsica che possa ospitare  una iniziativa di tal genere.”

Il presidente commissione del “ Premio Cesare Paris”  Walter Spera ha presentato alcune delle innumerevoli iniziative del Rotary International,  dalla forza di debellare la polio, tranne in alcune zone del mondo inaccessibili  per la guerra,  all’impegno  nel restituire l’acqua in determinati territori e  promuovere l’educazione scolastica nel mondo.

Sottolineando  l’intervento  del Rotary Club nella ricostruzione di L’Aquila, il presidente Roberto Colucci ha voluto precisare “Quanta concretezza e quanto pragmatismo  ci sia nell’operare,  quando si fa del bene si deve  saper fare, Il Rotary è sostanza .  Siamo intervenuti  per  il blocco A della facoltà di ingegneria di L’Aquila. Sono stati impegnati 2.500.000euro,  l’ organizzazione soprattutto in termini  di prestazioni professionali  e le sinergie a livello internazionale hanno fatto si che, sia sui tempi di riconsegna della struttura   sia sull’entità dell’intervento  rispetto ad un intervento gestito da un ente pubblico, e rimango volutamente nel generico, il Rotary in 6 mesi di anticipo ha ricostruito e riconsegnato “.

 

Walter Spera  ha poi ricordato alcune delle tante cose fatte dal 1959 a sostegno della comunità avezzanese, dalla rampa per disabili per l’accesso alla Cattedrale  all’alberatura di via Pagani, al punto informativo delle manifestazioni della città a Corso della Libertà. Fiore all’occhiello il progetto Mediterraneo fortemente voluto dal Rotary,  consentire ai ragazzi provenienti da Paesi africani  di accedere in Italia ai corsi di formazione per divenire  tecnici agrari  e  poter poi praticare l’adeguata attività nell’agricoltura nei loro paesi d’origine.

Il nuovo consiglio del Rotary Club di Avezzano è stato presentato da Massimo Nicolai ,  prossimo  presidente .

Gli assegnatari del  “Premio Cesare Paris” nel corso di questi anni sono stati: Ugo Maria Palanza, Fabbro Armonio, Pasquale Di Fabio, la Cooperativa Il Salviano, Florindo Di Ninno, il  Lanciavicchio,  Donata Lombardi, Vittoriano Esposito, Don Antonio Sciarra, Cesare Pierleoni, Irma Bianchi Luigi Fuglieti , Marcello Ercole, Angelo Melchiorre,  Francesco Recchia,  Mons. Giovanni d’Ercole,  Walter Cianciusi, Marco Bisegna , Emma Bonino,  Remo Colabianchi,  Luca Di Nicola, la Corale Claudio Monteverdi, la Mensa San Lorenzo, Alberto Cicerone.

La motivazione con la quale si è conferito al Trio Cardoso il riconoscimento è la seguente:

L’altissimo ed esemplare  impegno e contegno professionale, l’elevato profilo di attitudine artistica nel campo musicale,  nonché  un’ottima capacità di promozione umana e sociale  riscontrata anche nel nostro territorio, sono le principali motivazioni che ne suggellano I ’assegnazione.”

Il premio consiste in un simbolico oggetto d’arte realizzato dagli studenti  del Liceo Artistico di Avezzano

Il Trio Cardoso ha concluso la cerimonia esibendosi in brani tratti dal Film “La vita è bella”

Omaggio floreale alla vedova dell’ing . Paris la prof.ssa Nada Gualtieri.




Lascia un commento