Rocca di Mezzo, emergenza neve. Il sindaco: “Abbiamo gestito l’emergenza al meglio e i turisti ce lo riconoscono”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Rocca di Mezzo. “In 48 ore abbiamo gestito l’emergenza con due metri di neve e tre scosse di terremoto di intensità superiore a 5. Nell’emergenza ci possono stare 4/5 situazioni critiche ma abbiamo gestito tutto e ci stiamo riprendendo”. A parlare è il sindaco di Rocca di Mezzo, Mauro Di Ciccio, a seguito della segnalazione pubblicata su Terremarsicane sui disagi legati alla neve.

“In 48 ore, martedì e mercoledì, sono scesi due metri di neve. Le successive 48 ore, giovedì e venerdì, abbiamo gestito l’emergenza, abbiamo aperto le strade e pulito. Abbiamo pensato ai parcheggi per i turisti che normalmente vengono e abbiamo pulito tutte le strade principali e le adduzioni principali all’interno del centro storico”, commenta Di Ciccio, “abbiamo un piano neve da 70mila euro e lo dico senza dubbio che abbiamo una ditta che è la più attrezzata d’Abruzzo per quanti mezzi ha a disposizione. Ho poi dato incarico ad altre due ditte private che nello spazio di 48 ore hanno pulito tutta la piazza e il centro storico, mi sono attivato poi per degli spalatori a mano che sono stati per le stradine dove i mezzi non arrivavano. Ho avuto anche il volontariato della Consulta dei giovani dell’Altipiano delle Rocche. Sono giovani che muniti di pala sono andati a fare le strade all’interno del centro storico curando anche altre emergenze, in alcuni casi hanno assistito anche le persone anziane. Esprimo la mia gratitudine a questi ragazzi del volontariato”, conclude il sindaco, “che hanno capito lo stato di emergenza e si sono messi a disposizione. Con le scosse di sisma di magnitudo superiore a 5 abbiamo dato priorità ad aprire le vie di fuga per mettere in sicurezza tutti i luoghi che potevano essere ricettivi per il funzionamento dell’emergenza terremoto. Abbiamo liberato a mano il tetto della scuola e della palestra, luoghi per il ricovero in caso di evacuazione”.

Alla domanda se i turisti sono tornati a Rocca di Mezzo dopo l’emergenza neve, il primo cittadino risponde: “In tanti mi hanno detto che si trovano bene nella nostra cittadina come in tutto l’Altopiano e questo per noi è un motivo di orgoglio. I turisti sono venuti e ci hanno detto che si aspettavano problemi nella viabilità e altro e invece non li hanno riscontrati”.

 

 

 

LA SEGNALAZIONE/ Gli abitanti di Rocca di Mezzo lanciano l’allarme: “Liberateci dalla neve!”




Lascia un commento