Rassegna folk, Giovagnorio: “Da Montelisciani accuse false e denigratorie”



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Tagliacozzo – “È falso e denigratorio dire che si è tagliato alla manifestazione della Rassegna internazionale del Folklore per sovvenzionare l’assunzione di una persona per la segreteria del Sindaco. Vincenzo Montelisciani non conosce le dinamiche del bilancio comunale: le assunzioni del personale sia a tempo indeterminato sia a tempo determinato (così come è per il segretario del Sindaco) sono coperte da un apposito capitolo che è appunto quello del fabbisogno del personale, intangibile e blindato”.

E’ quanto afferma in una nota il Sindaco di Tagliacozzo, Vincenzo Giovagnorio. “Nulla c’entrano quindi eventuali tagli su altri capitoli come ad esempio quello della Rassegna del Folklore, manifestazione che avverrà a luglio, dove si è dovuto attingere provvisoriamente – e sottolineo provvisoriamente – per far fronte alla necessità di compartecipare obbligatoriamente con la regione al Piano Sociale: cioè tutti i servizi inerenti le persone portatrici di handicap e le famiglie indigenti, per cui il Comune di buon grado ha dovuto reperire la somma di 35.000 euro. Il capitolo della rassegna internazionale del Folklore è già previsto che sarà rimpinguato alle prossime variazioni di bilancio giugno-luglio”.

“L’Associazione musicale che porta avanti da quarant’anni la bella manifestazione nulla deve temere! Il Consigliere Montelisciani getta fango sulle scelte riguardanti le politiche sociali, culturali e turistiche dell’unica Amministrazione che – tra l’altro – dopo 60 anni è riuscita a dare una sede stabile, ampia e funzionale alla Corale Venturini. Nel mese di gennaio infatti alcune sale della ex pretura, adiacenti alla sede della banda musicale, sono state assegnate, dopo apposito bando pubblico, alla prestigiosa istituzione musicale che conserva e tramanda la tradizione dialettale e folkloristica della Città. Ma naturalmente questi sono fatti che il Consigliere Montelisciani fa finta di non vedere perché il suo passatempo preferito è quello di creare false ombre e fomentare sterili polemiche anche là dove non se ne intravede il minimo motivo. La realtà è che a Montelisciani e a qualcun altro della minoranza da fastidio l’apprezzamento diffuso dei cittadini riguardo alle molte iniziative poste in essere dalla nostra Amministrazione”.




Lascia un commento