Rapina, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, arrestato



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Carsoli – I carabinieri della stazione di Carsoli, al comando del maresciallo Umberto Cicone e coordinati dal capitano Edoardo Commandè, hanno arrestato Alessandro De Luca, 30enne del posto. I militari hanno condotto in carcere il pregiudicato in esecuzione di un provvedimento della Corte d’Appello di Roma, che ha unificato diverse sentenze a carico del De Luca dal 2013 in poi, determinando una pena detentiva complessiva di 6 anni e 10 mesi reclusione, nonché una multa di 1.900 euro.

Le precedenti condanne sono relative ad alcune rapine commesse con dei complici in danno di privati a Rimini, nel luglio del 2010. Nel 2012, in provincia di Rieti, De Luca rapinò una donna insieme a quattro complici. Nella circostanza il ragazzo della vittima, che intervenne in sua difesa, venne colpito con alcune coltellate alla schiena.
Ad aprile del 2013 De Luca, che si trovava agli arresti domiciliari a Pereto, evase e fu arrestato dai carabinieri.

de luca alessandroL’uomo ha impegnato i carabinieri di Carsoli anche di recente. Infatti, ad aprile del 2015, mentre si trovava agli arresti domiciliari a Carsoli, durante un controllo di routine nella sua abitazione, fu sorpreso con una donna la cui permanenza non era consentita dalla misura cui era sottoposto. Nella circostanza ingiuriò e minacciò i militari. Nell’ottobre 2015, invece, fu denunciato dai militari di Carsoli in quanto, sempre trovandosi agli arresti domiciliari, ospitò in casa sua un pregiudicato di nazionalità rumena. La serata finì con una rapina in danno di una donna che non aveva ceduto alle loro avances, in conseguenza della quale venne arrestato il rumeno.




Lascia un commento