Ragazzino in bici travolge un bambino di 5 anni e scappa

Trasacco – L’incidente si è verificato nella tarda serata di sabato scorso, durante la vigenza della ZTL (Zona a Traffico Limitato), nel cuore di Trasacco: un ragazzino in bicicletta ha urtato un bambino di soli 5 anni facendolo cadere a terra e poi è scappato via. La denuncia giunge da Titti Colangelo, Comandante della Polizia Locale di Trasacco che, attraverso i social, si preoccupa di fare un appello importante: “mi preme fare un appello ai genitori, affinché vigilino sul comportamento dei propri figli minori di cui sono responsabili“.

Il bambino più piccolo ha riportato un trauma e una ferita sulla fronte che è stata suturata con cinque punti. Quanto accaduto è stato ripreso da una telecamera della sorveglianza comunale. Continua il Comandante Colangelo: “Il divieto di transito ai velocipedi, durante la ZTL, non è casuale, ma dovuto proprio all’esigenza di evitare incidenti come quello descritto. Impensabile che dietro ogni minore ci sia sempre un “vigile” all’angolo, pronto a sanzionare, punire, sequestrare. Doveroso, invece, che dietro a ogni minore ci sia un genitore o un esercente la potestà genitoriale, che educhi, insegni, guidi e rimproveri, quando e se necessario. Minorenni non accompagnati, che sfrecciano in bicicletta lungo le strade comunali, sia durante il giorno che di sera, senza la minima conoscenza delle regole della strada, costituiscono un pericolo per sé stessi e per gli altri“.

Le osservazioni ci sembrano del tutto legittime. “Quando, poi, infrazioni del genere vengono contestate e sanzionate dalle Forze dell’Ordine in servizio, la reazione a dir poco non collaborativa dei genitori e/o parenti, nuoce e destabilizza i minori, ancora più che il mancato controllo sulle loro azioni. Confido, pertanto, nella collaborazione di tutti i genitori, senza la quale nessun risultato si potrà mai raggiungere“.