Raddoppio carreggiata SS690 Avezzano-Sora diventerà realtà: confermato il tracciato proposto da Anas



Marsica – Con la seduta conclusiva della Conferenza dei Servizi, tenutasi ieri, 20 aprile, il raddoppio della carreggiata della S.S.690 Avezzano-Sora, si appresta a diventare realtà tangibile e percorribile. Si è conclusa, infatti, con la conferma del tracciato proposto da Anas, per un intervento dell’importo di circa 960 milioni di euro, la Conferenza dei Servizi decisoria dell’infrastruttura, che si sviluppa nei territori comunali di Avezzano, Capistrello, Canistro, Civitella Roveto, Civita D’Antino, Morino, San Vincenzo Valle Roveto e Balsorano, in Provincia dell’Aquila. Già la delibera n. 337 del 2020 aveva indicato la strategicità dell’infrastruttura per la Regione Abruzzo, visto che le è stato conferito il grado di priorità ‘1’.

Con la successiva delibera n. 819 del 2021 recante ‘Piano pluriennale degli investimenti ANAS per il periodo 2021-2025. Atto di indirizzo‘, è stata confermata come infrastruttura vitale e imprescindibile per la Regione Abruzzo. L’iter è stato condiviso e partecipato con i territori. Le stesse comunità hanno riconosciuto la strategicità dell’infrastruttura, la cui realizzazione comporterà evidenti e indubbi benefici economici, ambientali, turistici, oltre che di riduzione dei tempi di percorrenza delle persone e delle merci, non solo alla Valle Roveto, ma per l’intero asse trasversale ‘Adriatico-Tirrenico’.

Al fine di poter offrire e proporre ad Anas, soluzioni e suggerimenti, da parte di chi il territorio lo vive, è stata data l’opportunità, dopo l’inizio della Conferenza dei Servizi del 23 febbraio scorso, di un approfondimento tecnico tra i progettisti, la struttura tecnica di Anas e gli enti locali interessati, al fine di addivenire con la massima rapidità e sollecitudine, alla condivisione del P.F.T.E, strumento progettuale fondamentale prodromico alla redazione del progetto definitivo necessario per la realizzazione, anche per lotti, dell’infrastruttura. Con la conclusione della Conferenza dei Servizi, nella quale i sindaci hanno espresso unanimità sul tracciato, si dà il via alle successive fasi di definitivo affinamento progettuale e alla concretezza della realizzazione dell’infrastruttura con il reperimento di utili risorse per la realizzazione, seppur a lotti, della sua interezza.

Fonte: Regione Abruzzo


Leggi anche