Punto di Primo Intervento di Pescina, Alfonsino Scamolla, presidente del Consiglio di Fontamara dissotterra l’ascia di guerra

Pescina – Parole come pietre quelle scritte da Alfonsino Scamolla in un duro post pubblicato sulla sua bacheca. «La Regione Abruzzo, i Consiglieri Regionali Marsicani che ci rappresentano, tutto questo sono riusciti a produrre? Un PPI aperto h12 dal 16 di giugno? Guai a sentirsi male di notte!!» il tono del post prosegue in termini molto duri.

«Proclami, articoli roboanti, e non aggiungo altro, e poi… l’ennesimo scempio ai danni di una intera comunità, quella della Marsica Orientale e dell’intera Marsica. Questo non è solo l’Ospedale di Pescina, ma di un intero territorio, averlo attivo e funzionante significa salvare vite, ma questo ai roboanti politici e incalliti burocrati forse sfugge.»

Al termine del post, rivolge un appello a tutti gli amministratori della Marsica Orientale, estendendolo poi anche agli amministratori dell’intera Marsica oltre che a tutti i cittadini. Per l’ex consigliere provinciale intraprendere la battaglia unitaria serve a ridare la dovuta funzionalità al PTA che a suo dire significa, ridare dignità ai territori.

«È arrivato il momento di alzare la voce e farci sentire.» Questo il suo grido di battaglia.