Pucetta impegnato a in casa del Mutignano. Parola a mister Giannini



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Domenica il Pucetta andrà a far visita alla capolista Mutignano di mister Piccioni, squadra rivelazione di questa stagione che al momento sta contendendo la vetta a L’Aquila. Il Pucetta viene dall’esaltante vittoria sulla squadra di mister Cappellacci, la deludente sconfitta in casa dell’Amiternina e la rabbia per il pareggio di domenica scorsa ottenuto al Dei Marsi contro il Morro D’Oro per via di decisioni discutibili del signor Carluccio di Avezzano.

Il mister, Corrado Giannini, è pronto e carico per domenica: “Dal punto di vista dell’impegno e dell’abnegazione negli allenamenti la settimana è andata bene. Certamente ci sentiamo derubati per quanto accaduto domenica perché la partita bene o male l’avevamo sbloccata, ma alcune decisioni inspiegabili della terna arbitrale hanno lasciato il risultato in equilibrio. E’ stato un vero peccato.” In effetti il Pucetta nell’attenzione messa in campo nella gara di domenica ha avuto tutt’altro atteggiamento “Abbiamo approcciato bene la gara, Colella non ha fatto una parata anche se loro, nonostante il momento difficile che stanno vivendo, sono una squadra molto forte che gioca e che ha un’identità. Inoltre quella di domenica per loro domenica era l’ultima spiaggia. Per cui anche loro hanno giocato al 200%, perché le motivazioni ce le avevano. Onestamente non siamo stati belli, ma l’atteggiamento è stato giusto sin dall’inizio. Se l’arbitro non avesse preso quei due abbagli avremmo potuto vincere. Invece abbiamo anche rischiato qualcosina, concedendo un paio di cross, a conferma comunque che il campionato è davvero equilibrato.”

Potrebbe esserci un senso di appagamento o di perdita di umiltà da parte della squadra? Su questo Giannini è categorico: “Assolutamente no. Forse a Scoppito abbiamo pagato l’euforia della vittoria su L’Aquila che ha contagiato tutto l’ambiente, ma contro il Morro D’Oro abbiamo fatto decisamente meglio. Ripeto abbiamo approcciato bene e abbiamo concesso solo un paio di azioni ai biancorossi che sono e restano un’ottima squadra, ma ribadisco che comunque Colella non ha fatto nemmeno una parata.”

Ora però arriva il Mutignano, cliente difficilissimo che i gialloblù affronteranno senza Zazzara e Paris appiedati dal Giudice Sportivo. “Forse ci aspettavamo qualcosa di meno, evidentemente il direttore di gara ci è andato con la mano pesante. Comunque questa è una di quelle gare che può darci l’occasione di riprenderci. Dobbiamo metterci alle spalle la gara contro il Morro D’Oro, e giocare come sappiamo. Domenica è l’occasione giusta per tornare alla ribalta. E’ una partita bella da giocare dove gli stimoli non mancheranno.”