Prima udienza della causa promossa da 50 cittadini contro Strada dei Parchi



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Avezzano – Si è celebrata ieri presso il Tribunale di Avezzano la prima udienza della causa promossa da 50 cittadini contro Strada dei Parchi. L’azione civile ad iniziativa popolare è volta a far dichiarare l’nadempimento del Concessionario rispetto all’obbligo di garantire agli utenti le condizioni di sicurezza della circolazione sui tratti autostradali gestiti e conseguentemente perché il Tribunale disponga la sospensione degli aumenti dei pedaggi sino alla messa in sicurezza.

Ricordiamo che addirittura il Ministero dei Trasporti aveva rilevato la carenza manutentiva e la pericolosità dell’autostrada. Il Giudice, sulle contrapposte richieste istruttorie ed eccezioni delle parti, si è riservato di decidere.
I cittadini sono sostenuti dagli avvocati Capponi, De Falco, Giffi.

” Ci siamo rivolti ad un giudice perché intervenga in una situazione sempre più paradossale. – Dichiara il
Sindaco di Aielli Enzo Di Natale – Da una parte la spada di Damocle degli aumenti per ora ‘gentilmente ‘
sospeso dal concessionario, dall’altra le non adeguate condizioni di sicurezza delle autostrade. Chiediamo
quindi al tribunale che vengano sospesi definitivamente gli aumenti e rimodulati i pedaggi fino a quando
non venga messa in sicurezza tutta l’autostrada”