Presidenza del consiglio comunale Comune di Avezzano, in undici presentano una mozione di sfiducia



Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print

Avezzano – E’ stata presentata ieri una mozione di sfiducia nei confronti della Presidente del Consiglio Comunale di Avezzano Iride Cosimati. L’atto, protocollato in Comune, porta la firma di 11 consiglieri di opposizione.

Secondo i consiglieri d’opposizione, la Cosimati avrebbe avuto persistenti comportamenti non improntati all’imparzialità e non giustificati da una mera applicazione dei regolamenti. I consiglieri di opposizione fanno, in primis, riferimento alle surroghe che seguirono la sentenza sull’Anatra Zoppa. In particolare alla vicenda che riguardava la consigliera Annalisa Cipollone, inizialmente lasciata fuori dal Consiglio, nonostante una nota del Prefetto. Solo diverso tempo dopo, su decisione del Tar, si procedette con la surroga, così come precedentemente indicato dal Prefetto.

La Cosimati non si sarebbe, inoltre, attivata per garantire la notifica della nota prefettizia con la quale si diffidava il Consiglio Comunale a provvedere all’approvazione del rendiconto di gestione relativo all’anno 2018. Nella mozione, gli 11 asseriscono, infine, che la Presidente del Consiglio avrebbe violato il principio di imparzialità, in sede di conferenza dei capigruppo del 19 maggio, non concedendo la parola al consigliere Mario Babbo, nonostante ne avesse fatto espressa richiesta e nonostante la seduta non fosse ancora stata chiusa.