Presentazione del progetto recupero terreni agricoli incolti


Celano – Non si arresta il trend di crescita del mercato italiano delle nocciole, con la previsione di un incremento atteso delle superfici del 30% e dei volumi almeno del 40%. Quando i nuovi impianti entreranno in produzione nel Paese, aggiungendosi a quelli già esistenti per circa 70mila ettari coltivati (con una produzione annuale di circa 1 milione di quintali di nocciole), avremo superfici per oltre 90mila ettari su tutto il territorio con un incremento del 30%. Cifre incoraggianti per i produttori e prospettive di incremento di quote di mercato che lasciano ben sperare per il futuro di tale particolare settore produttivo.

In considerazione di tutto ciò l’Amministrazione Comunale di Celano, con il patrocinio dell’Assessore all’Agricoltura Domenico Fidanza, ha predisposto un progetto che si propone di utilizzare le superfici da destinare alla coltivazione di noccioleti specializzati, attraverso azioni di recupero delle superfici a destinazione agricola e che si trovano in stato di degrado ambientale o di abbandono.

L’interesse principale del Comune di Celano dice l’assessore Fidanza – è quello di promuovere una iniziativa imprenditoriale che recuperi i terreni agricoli condotti ad agricoltura estensiva o fortemente degradati ed abbandonati dai proprietari. Abbiamo condotto un attento monitoraggio ed oggi siamo in grado di conoscere l’entità della superficie utilizzabile. Di pari passo abbiamo anche presentato una richiesta al Gruppo Ferrero per una collaborazione, magari con contratti quindicinali per il ritiro del prodotto ad un prezzo che possa garantire un reddito medio alle aziende locali. Da una stima approssimativa, si parla di circa 500 ettari da destinare appunto alla coltivazione di noccioleti specializzati”.

E la presentazione del progetto di intervento di recupero e di riqualificazione dei terreni agricoli incolti sul territorio di Celano si terrà lunedì 13 marzo, con inizio alle ore 21 nella sala consiliare del Municipio. Intervengono Settimio Santilli (sindaco di Celano); Domenico Fidanza (assessore politiche agricole comune di Celano); Fabio Piretta (manager del gruppo Ferrero); Giuseppe Liso (consulente); Ettore Fieramosca (Ismea); Francesco Arducci (agronomo gruppo Ferrero); Sergio Cerasani e Francesco D’Amore (consulenti per i comuni di Cerchio e San Benedetto dei Marsi. Le conclusioni dell’importante convegno affidate all’on. Filippo Piccone.


Invito alla lettura

Ultim'ora

“No significa no – per una cultura del consenso”, Abruzzo Donne Dem organizza un incontro con la Senatrice Valeria Valente

Avezzano – Lunedi 28 Novembre alle ore 17:30 presso la sala Irti dell’ex scuola Montessori, ad Avezzano, la Conferenza Regionale Abruzzo Donne Dem organizza un incontro con la Senatrice Valeria ...


Capistrello piange la scomparsa, a soli 38 anni, di Angelo Di Giovanni

Capistrello – Una fredda domenica di fine novembre si è portata via per sempre Angelo Di Giovanni, 38 anni. Da 13, lunghissimi, anni, Angelo non ...

Work in Progress… Ciak si gira il film sulla figura del beato Tommaso da Celano

Celano – È stato ospite presso nella città di Celano il noto regista di fama internazionale Emanuele Imbucci che tutti conosciamo per aver diretto e ...

Riconsegnati ai fedeli e alla cittá di Avezzano la gradinata e il sagrato della Cattedrale

Avezzano – “Dopo due lunghi anni, dopo tante difficoltà e non poca fatica, tutti potranno accedere in Cattedrale passando per la porta principale. La gradinata ...

Gestione idrica autonoma: il Tar dice no alla sospensiva, ma i sindaci di Civitella Roveto e Canistro non demordono

“Nella mattinata di ieri, sabato 26 novembre, i Comuni di Canistro e Civitella Roveto, unitamente agli altri Comuni difesi dal Prof. Avv. Giandomenico Falcon, hanno ...



Lascia un commento