Prende per i capelli la ex e la costringe ad avere un rapporto sessuale, ventisettenne a processo



Condividi su facebook
Condividi
Condividi su whatsapp
INVIA
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su print
Stampa

Marsica – Avrebbe costretto la sua ex compagna, prendendola per i capelli, a salire sulla sua auto e a recarsi con lui nell’appartamento in cui avevano convissuto. Una volta in casa, le avrebbe sottratto il cellulare, l’avrebbe colpita con schiaffi e pugni e l’avrebbe costretta a consumare un rapporto sessuale contro la sua volontà.

Con questa accusa, un ventisettenne marsicano, difeso dall’avvocato Mario Del Pretaro, è dovuto comparire, ieri mattina, davanti al giudice del Tribunale di Avezzano.

Il giovane, inoltre, quando ancora convivevano, avrebbe ripetutamente maltrattato la sua giovane compagna rumena, minacciandola, percuotendola e obbligandola ad occuparsi esclusivamente delle faccende domestiche. Dopo essere stato lasciato, le telefonava continuamente e la pedinava, recandosi giornalmente, a bordo di una bicicletta, davanti alla sua abitazione.

Con l’aiuto di un minore, avrebbe, inoltre, incendiato, cospargendola con benzina e alcol, l’auto della madre della sua ex, a cui, spesso, rivolgeva anche minacce.

L’udienza è stata rinviata per incompatibilità di un giudice.