Premio internazionale Ignazio Silone, menzione speciale a Stefano Ardito e al CAI Pescina



Pescina – Il Premio internazionale Ignazio Silone, che si assegna dal 1988 a Pescina, ha avuto tra i premiati molti grandi personaggi della cultura italiana, quest’anno, nella XXII edizione del premio, il riconoscimento principale è stato assegnato ad Andrea Iacomini, giornalista e portavoce per l’Italia dell’Unicef, l’organismo delle Nazioni Unite che si occupa di aiutare, in tutto il mondo, i bambini malati e in difficoltà.

La Menzione Speciale “Che fare? A Fontamara…” è invece stata assegnata a Stefano Ardito, giornalista, documentarista e scrittore  e alla Sezione di Pescina del CAI, per aver ideato, segnalato e promosso negli scorsi anni il Sentiero Silone.

Cosi Stefano Ardito:

“Il Premio Internazionale Ignazio Silone è il più importante riconoscimento culturale dell’Abruzzo, ed è stato assegnato quest’anno ad Andrea Iacomini, portavoce per l’Italia dell’UNICEF.
La Menzione Speciale “Che fare? A Fontamara…” è invece stata assegnata a me e agli amici del CAI di Pescina per aver ideato e realizzato il Sentiero Silone, che compie un tour nei luoghi legati alla vita e alle opere dello scrittore. Ringrazio di cuore la giuria, il Comune di Pescina e la Regione Abruzzo. Lo considero un premio alla carriera, perché da molti anni cerco e racconto sentieri attraverso la natura e la storia dell’Abruzzo, dell’Appennino e di altri luoghi. Un escursionismo attento e rispettoso può portare lavoro e reddito ai giovani (e ai meno giovani) di tanti borghi meravigliosi d’Italia. Grazie ancora!

Il Sentiero Silone

Si tratta di un itinerario escursionistico che richiede 3-4 ore di cammino, che può essere percorso per gran parte dell’anno, e che compie un anello intorno a Pescina toccando la casa natale e la tomba dello scrittore, e numerosi luoghi citati nelle opere di Ignazio Silone.

Premio internazionale Ignazio Silone, menzione speciale a Stefano Ardito e al CAI Pescina

“In Abruzzo, come in tutto l’Appennino, si possono tracciare molti altri itinerari in grado di coniugare natura e storia, e di portare lavoro e reddito ai giovani (e ai meno giovani) del posto” ha commentato Stefano Ardito. Il suo libro-guida “Sentiero Silone” è stato pubblicato nel 2015 da Ricerche & Redazioni, una casa editrice di Teramo.