Poste Italiane assume consulenti finanziari: “l’azienda punta molto sui giovani laureati”



L’Aquila – Anche in provincia dell’Aquila Poste Italiane seleziona nuovi profili professionali per potenziare gli organici delle molteplici strutture aziendali. Una delle figure attualmente più richieste è quella del consulente finanziario, la cui ricerca è attiva su tutto il territorio nazionale. È possibile presentare la propria candidatura entro il 31 maggio tramite il sito https://www.posteitaliane.it/it/carriere.html, dove sono consultabili anche i requisiti, le informazioni sul processo di selezione e le altre posizioni aperte.

Nello specifico della provincia dell’Aquila, attualmente Poste Italiane impiega 48 consulenti finanziari, distribuiti nei 29 uffici postali dotati di sala consulenza. A questi si aggiungono 11 “specialisti consulenti “mobili”, che si muovono nei piccoli comuni del territorio. Una rete di giovani professionisti con un pacchetto di competenze tecniche e commerciali in grado di offrire al cliente non solo attività di promozione e vendita di servizi finanziari e assicurativi ma soprattutto di porsi come punto riferimento per i clienti all’interno di un rapporto di estreme correttezza e trasparenza.

Tra le ultime assunzioni realizzate in provincia, c’è quella di Federico Giampietro, specialista consulente finanziario nell’ufficio postale di Sulmona 1 (via San Francesco d’Assisi). Ventisette anni, di Sulmona, una laurea in Economia Aziendale, Federico è stato assunto a settembre 2020 con un contratto di apprendistato professionalizzante. “Conoscevo già un po’ la realtà di Poste Italiane – racconta – avendo lavorato per alcuni mesi come portalettere ad Avezzano mentre ero in attesa di discutere la tesi magistrale. Dopo la laurea, ho saputo l’Azienda stava selezionando specialisti consulenti in apprendistato e così non ho esitato a inoltrare la domanda”.

Una scelta, quella di fare il consulente finanziario in Poste Italiane, motivata anche dalla possibilità per i nuovi assunti di essere inseriti in percorsi di formazione e valorizzazione: “Ho scelto di presentare la mia candidatura – spiega – perché conosco l’attenzione che l’azienda riserva ai giovani laureati, finalizzata alla loro crescita professionale e personale ma soprattutto per mettere a disposizione del cliente il bagaglio di conoscenze al fine di rispondere ad ogni sua esigenza, giorno dopo giorno e durante ogni fase del suo percorso di vita”.

Poste Italiane, in linea con quanto previsto dal piano strategico “2024 Sustain & Innovate”, entro il 2024 potrà contare su una rete di 10mila professionisti della consulenza finanziaria in tutta Italia con una particolare attenzione ai giovani (l’età media si abbasserà da 41,7 a 40 anni) e al livello di istruzione: nei prossimi due anni l’Azienda stima che il 60% dei consulenti finanziari sia laureato, una crescita che trova conferma già negli ultimi cinque anni in cui la percentuale di figure laureate in questo settore è passata dal 26% nel 2017 al 52% nel 2021.

Comunicato 



Leggi anche