Più forte della paura, il libro di Antonella Napoli, edito da All Around Edizioni, presentato a Carsoli



La presentazione a Carsoli sabato 30 Aprile alle 17.00 presso la sala consiliare del palazzo comunale alla presenza del sindaco Velia Nazzarro

Carsoli – Più forte della paura, di Antonella Napoli, edito da All Around Edizioni, è un romanzo ispirato dai crudi ricordi di Suleya Auma, una bambina trasformata in una macchina di morte dai signori della guerra nel cuore del continente africano, in una terra che vive il perenne contrasto fra la struggente bellezza dei suoi paesaggi e l’orrore devastante di conflitti tribali alimentati dall’economia predatoria di potenze straniere.

Antonella Napoli, giornalista esperta di Africa, analista di questioni internazionali, direttrice di Focus on Africa, trasforma in un romanzo che si legge tutto d’un fiato, i vari frammenti delle vite spezzate di bambini strappati alle famiglie nell’età dell’innocenza per diventare soldati, carne da cannone. Il libro viene presentato a Carsoli sabato 30 Aprile alle 17.00 presso la sala consiliare del palazzo comunale, alla presenza del sindaco Velia Nazzarro.

Nel romanzo si raccontano i traumi vissuti da queste creature, che precipitano nel dramma infernale di una nuova dimensione priva di ogni umanità. Testimoni attoniti del feroce sterminio dei loro cari, questi bambini, si ritrovano ad imbracciare le armi, per diventare a loro volta strumenti inanimati, che indottrinati, e sotto l’effetto delle droghe, uccidono quelli che ritengono essere i loro nemici.     

Un’opera, la cui realizzazione è stata possibile anche grazie al contributo dell’ambasciatore Luca Attanasio, ucciso in un agguato il 22 febbraio del 2021 in Congo. Un libro che apre uno squarcio di luce sul raggelante fenomeno dei bambini-soldato, esteso dal Congo a tutta la regione dei Grandi laghi e oltre.

La Napoli, con una prosa semplice ma di immediato impatto, offre un resoconto, seppur romanzato della realtà, che arriva dritto come un pugno nello stomaco. L’ampia introduzione del libro, fa riflettere sugli enormi interessi economici che impattano in una vasta regione che va dall’Uganda al Congo, ricchissima di materie prime, di terre rare, di giacimenti di oro e diamanti che suscitano gli inevitabili appetiti di alcune potenze straniere.

La prefazione di Zakia Seddiki, moglie dell’ambasciatore Attanasio e fondatrice dell’associazione Mama Sofia, è la tenera lettera di una donna, una mamma di tre bambine rimaste troppo presto senza il loro papà, che mostra il volto umano dell’uomo che è stato il suo compagno, un servitore dello Stato che ha dato la vita per ciò in cui credeva.



Leggi anche